Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 239.129.789
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 21 gennaio 2020 alle 11:01

Smog: il vento ha ripulito l’aria spazzando le polveri sottili. I valori PM 10 e Pm 2,5 tornati sotto la soglia di attenzione

Il vento di questi giorni ha ripulito l’aria spazzando via le polveri sottili. Ieri, lunedì 20 gennaio, la centralina di Merate ha fatto segnare 28 microgrammi per metro cubo, poco più della metà della soglia di attenzione del PM 10. Ancor più basso l’indicatore del PM 2,5 che ha fatto segnare una media giornaliera di 15. Situazione ottimale a Lecco con valori di 15 in via Amendola e 8 in via Sora, 11 a Valmadrera, 4 a Moggio, 20 a Casatenovo.

L’aria è classificata dall’Arpa in tutta la provincia di Lecco come “buona”. Per la verità sia a Lecco che nel casatese-oggionese il quadro riassuntivo dei primi venti giorni di gennaio non è drammatico come lo scorso anno: a Lecco Amendola due superamenti della soglia di attenzione (50 microgrammi per metro cubo), via Sora uno, Valmadrera 7, Casatenovo 2, Barzanò uno, Oggiono uno, Calolzio uno, Mandello e Moggio neanche uno. La media più alta è Merate con 13 superamenti su 20 giorni monitorati.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco