Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 230.858.961
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/07/2020

Lecco: V.Sora: 148 g/mc
Merate: 155 µg/mc
Valmadrera: 175 µg/mc
Colico: ND
Moggio: 159 µg/mc
Scritto Venerdì 24 gennaio 2020 alle 17:34

Barzanò: il futuro della piscina e della ex scuola nell'assemblea coi residenti di Villanova

E' terminato giovedì sera nella frazione di Villanova - rivolto anche ai residenti di Dagò - il ciclo di incontri tra l'amministrazione comunale barzanese e i cittadini. L'ultimo appuntamento si è infatti svolto presso la sede del CAI in via Gramsci e ancora una volta è stato il sindaco Giancarlo Aldeghi ad illustrare alcuni degli interventi più significativi in corso o in programma nei prossimi mesi.

Il sindaco Aldeghi, l'assessore e vicesindaco Sala e il capogruppo Chiricò

Il primo cittadino ha dato il via al proprio intervento partendo da uno dei progetti che si è finalmente concretizzato i questi giorni e che renderà il comune di Barzanò uno dei primi paesi sul territorio a disporre di un parco giochi inclusivo, completamente a misura di disabile, ma aperto a tutti.
Un'altra opera prevista - sul fronte lavori pubblici - entro la fine dell'anno riguarda il rifacimento dell'intero impianto d'illuminazione pubblica con la sostituzione di tutte le lampade con i led, di tutti i pali rovinati e di tutte le centraline, oltre alla riqualificazione di 4 chilometri di cavi ormai vecchi e desueti. Un lavoro che è però slittato di qualche mese a causa della sopravvenuta possibilità di poter usufruire di finanziamenti regionali specifici per questo tipo di lavori, circostanza che potrebbe consentire al comune di ottenere un risparmio notevole di risorse nel caso in cui l'esito della gara fosse positivo, trattandosi di un intervento di circa 700.000 euro. Altra tematica che sta sicuramente a cuore alla comunità di Villanova, sede della piscina, è sicuramente quello del destino della struttura sportiva che proprio in questi ultimi giorni è stato rimesso in discussione da parte delle amministrazioni facenti parte della convenzione. Sul piatto, oltre all'ipotesi della vendita - rivelatasi al momento inefficace, considerando le due aste andate deserte - una seconda opzione ancora top secret nei contenuti, presenta dai sindaci di Barzanò e Monticello. L'obiettivo è quello di evitare la chiusura dell'impianto natatorio fortemente voluto dai sindaci negli anni Ottanta e quindi la sospensione del servizio per migliaia di utenti del territorio.

I partecipanti all'assemblea hanno poi chiesto chiarimenti sul futuro di un'altra struttura centrale per il paese, cioè la ex scuola elementare che nei piani dell'attuale amministrazione dopo un massiccio intervento di restauro dovrebbe ospitare tutti gli uffici comunali, e che stando all'attuale progetto esecutivo giù ultimato necessiterebbe di circa cinque milioni di euro di intervento. La somma risulta così cospicua soprattutto a causa dei numerosi vincoli architettonici che gravano sulla struttura e che hanno quindi spinto l'amministrazione a partecipare al bando di finanziamento regionale che sarà indetto per interventi di questo tipo. Un'altra richiesta di approfondimento, fonte anche di apprezzamento da parte della comunità, ha riguardato anche l'intervento di riqualificazione del parco Mézières, il campo di atletica per il quale è stato pensato anche un sentiero secondario per l'accesso alla struttura e anche la trasformazione dei muri in cemento con l'intervento artistico di uno street artist barzanese che ricoprirà di murales colorati le pareti.

Il sindaco Giancarlo Aldeghi

Nella lista degli immobili che necessitano di una ristrutturazione rientra anche la ex Casa del Fascio di via Sirtori mentre per quel che riguarda le asfaltature un'operazione importante sarà quella del rifacimento integrale di via Roma, per risolvere gran parte del problema della sicurezza e della viabilità su questo tratto di strada. Sempre sul fronte della sicurezza, è stato completato anche il passaggio pedonale in via 4 Novembre a partire dalla tomba di Luciano Manara mentre è stato ufficializzato il fatto che dalle recenti statistiche il livello dei furti pare essersi drasticamente ridotto nel corso del 2019, grazie (forse) all'introduzione e all'efficacia del sistema di controllo del vicinato.

Infine il sindaco Aldeghi ha chiarito anche il punto relativo alla temporanea mancanza della figura del comandante della polizia locale; il commissario Sigismondo Lettieri a fine dicembre ha fatto ritorno in Campania, la sua terra d'origine e per sostituirlo il Comune ha bandito una procedura di mobilità alla quale hanno risposto tre professionisti. L'auspicio dell'amministrazione è quello di poter godere della presenza di due agenti sul territorio comunale e di un amministrativo, già dal mese di febbraio.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco