Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.593.978
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 gennaio 2020 alle 15:05

A Barzanò, Cremella e Sirtori ricordati gli anniversari di nozze

Una bella domenica di festa per la Comunità pastorale Santissimo Nome di Maria, della quale fanno parte le parrocchie di Barzanò, Sirtori e Cremella. Nella mattinata di ieri, nel corso delle messe celebrate nelle chiese dei diversi paesi, sono stati ricordati gli anniversari di nozze più significativi.
Tante le coppie che hanno voluto condividere con il resto dei fedeli la gioia per il traguardo raggiunto, vivendo ogni giorno uno al fianco dell'altra, conducendo il proprio cammino nell'amore. Tra loro, giovani sposi ma anche diverse unioni di lungo corso, ormai consolidate da decenni di vita condivisa, nella buona e nella cattiva sorte.

BARZANO'
Nella chiesa di Barzanò 23 coppie di sposi hanno rinnovato le promesse nuziali durante la messa della domenica mattina, celebrata dal parroco don Renato Cameroni.

Le coppie che hanno rinnovato le promesse nuziali dinnanzi all'altare

La liturgia è stata introdotta ricordando ai coniugi e a tutti i fedeli presenti un discorso di Papa Francesco pronunciato durante un'udienza generale in Piazza S.Pietro qualche anno fa. Tema centrale è la famiglia e sono tre le parole chiave da tenere ben presenti nelle relazioni: permesso, grazie e scusa.
Queste parole aprono la strada per vivere bene nella famiglia, per vivere in pace. Sono parole semplici, ma non così semplici da mettere in pratica e racchiudono una grande forza: la forza di custodire la casa, anche attraverso mille difficoltà e prove; invece la loro mancanza, a poco a poco, apre delle crepe che possono farla persino crollare. Non sono regole della buona educazione, ma sono radicate nell'amore per il bene e nel rispetto per l'altro.
"Permesso" significa entrare nella vita dell'altro e richiede la delicatezza di un atteggiamento non invasivo, che rinnova la fiducia e il rispetto. 

"Grazie": dobbiamo diventare intransigenti sull'educazione alla gratitudine, alla riconoscenza. Se la vita famigliare trascura questo stile, anche la vita sociale lo perderà. Un cristiano che non sa ringraziare è uno che ha dimenticato la lingua di Dio. 
"Scusa": nella casa dove non si chiede scusa incomincia a mancare l'aria, le acque diventano stagnanti. Tante ferite, tante lacerazioni nelle famiglie incominciano con la perdita di questa parola preziosa. Riconoscere di aver sbagliato ed essere desiderosi di restituire ciò che si è tolto - rispetto, sincerità, amore - rende degni del perdono. In famiglia si litiga tante volte, ma non bisogna finire la giornata senza fare la pace.

Il parroco don Renato Cameroni

Nelle nostre famiglie si vivono ogni giorno gesti semplici, ma che sono espressioni di amore, libertà, attenzione, cura, ferita, coraggio, sacrifico e speranza. Nelle nostre famiglie si vivono momenti difficili, incomprensioni, ripicche, malattie, lutti. L'importante è ricordare le tre parole perché permettono alla famiglia di restare unita.
Uno dei momenti più significativi e attesi è stato quello dell'omelia dove don Renato ha ribadito l'importanza del permesso, di dire grazie e chiedere scusa. "La famiglia non è solo quello che si è scelto una volta sposati, ma il rapporto si costruisce nel corso degli anni, passo dopo passo. Senza dei buoni sentimenti (amore, bontà, bellezza, sopportazione, lealtà) non è possibile costruire il matrimonio, il quale deve basarsi sul pilastro del bene. I coniugi si scelgono ogni giorno e vivono la quotidianità, con le sue difficoltà. Ciò che conta è l'amore e la fede in Dio che permette di custodire ciò che di prezioso c'è nel rapporto".

Al termine dell'omelia, le coppie sono state invitate ad alzarsi in piedi e, stringendosi la mano destra, a rinnovare le promesse matrimoniali di amore e stima reciproca che, nonostante il trascorrere degli anni, sono riusciti a mantenere vive.
Al termine della funzione, dopo il canto finale, don Renato ha chiamato all'altare ogni coppia per donare loro un piccolo omaggio, simbolo di questa giornata di festa, gioia e amore.

Ecco i nomi delle coppie di sposi:

1 anno:
Tommaso Arciuli e Valentina Romagnoni
Stefano Giussani e Serena Fiaccabrino

10 anni:
Emanuel Pozzoni e Amalia Siriana Vivian

15 anni:
Silvio Maggioni e Monica Molteni

20 anni:
Christian Annicchiarico e Orietta Casiraghi
Mario Brivio e Annarita Crippa

25 anni:
Enzo Tettamanzi e Daniela Dolcini

30 anni:
Marino Cazzaniga e Alessandra Penati

35 anni:
Giovanni Romagnoni e Angela Ghezzi
Ferdinando Girani e Maria Cristina Caremi
Roberto Ghirini e Renata Mapelli

40 anni:
Mario Bruno e Sabina Gentile
Alessandro Valsecchi e Silvana Sanvito

45 anni:
Mario Amoroso e Teresa Rotondaro
Luigi Perego e Erminia Brivio
Giuseppe Fracchia e Maria Perego

50 anni:
Ettore Perego e Maria Grazia Colnago
Luciano Paleari e Maria Teresa Ripamonti
Alessandro Magni e Mariuccia Ferrari
Carlo Vismara e Franca Fumagalli
Pompeo Rovelli e Adelaide Porta

55 anni:
Aldo Binda e Fiorina Riva
Alberto Silvani e Maria Fumagalli


CREMELLA - SIRTORI

Anche le coppie di sposi delle parrocchie di Sirtori e Cremella hanno festeggiato gli anniversari di matrimonio.

Le coppie in festa a Sirtori insieme a don Aurelio Redaelli

A Sirtori don Aurelio Redaelli - prima della doverosa rinnovazione delle promesse e dei voti nuziali - ha tenuto a precisare a tutti i fedeli accorsi che ogni età è sicuramente bella, in quanto ha sempre qualcosa di bello da donare - anche agli altri -, e che le difficoltà della vita (che bisogna affrontare con il prezioso insegnamento delle tre parole cardine messe al centro da Papa Francesco, ovverosia permesso, grazie e scusa) ci fanno sempre ricordare che non veniamo mai dimenticati dal Signore, perché basta avere fede.

Don Giuseppe Scattolin a Cremella ha invece ricordato che anche l'altare è stato preparato da una famiglia, perché quest'ultima - che va sempre ravvivata, per tenerne vivo il fuoco - è sacrificio, proprio come l'altare, anche se in senso lato.

Bisogna imparare a sacrificarsi per gli altri, donando tutto ciò che si può di se stessi: proprio questo è il senso ultimo dell'amore.

I nominativi degli sposi che hanno festeggiato sono i seguenti:

SIRTORI

Sirtori Mattia e Cazzaniga Claudia (sposi nel 2010, al 10° anniversario di nozze)

Bonanomi Filippo e Fumagalli Sandra (sposi nel 2005, al 15° anniversario di nozze)

Doni Davide e Sormani Katiuscia (sposi nel 2000, al 20° anniversario di nozze)

Panzeri Mario e Pennati Daniela (sposi nel 1995, al 25° anniversario di nozze)

Scaccabarozzi Rino e Casiraghi Maria Luisa (sposi nel 1990, al 30° anniversario di nozze)

Crippa Valter e Fumagalli Maria Luisa (sposi nel 1985, al 35° anniversario di nozze)

Cazzaniga Adelio e Bonfanti Carla (sposi nel 1985, al 35° anniversario di nozze)

Scaccabarozzi Egidio e Perillo Rosa (sposi nel 1985, al 35° anniversario di nozze)

Fumagalli Celestino e Antonini Lisangela (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Manzoni Giacinto e Colombo Mirella (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Cazzaniga Mario e Chiappa Maria Grazia (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Crippa Giuseppe e Lagaella Nicoletta (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Volpi Palmiro e Limonta Giovanna (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Pozzi Silvio e Colombo Enrica (sposi nel 1980, al 40° anniversario di nozze)

Cazzaniga Agostino e Crippa Maria Luisa (sposi nel 1975, al 45° anniversario di nozze)

Limonta Giulio e Limonta Maria (sposi nel 1975, al 45° anniversario di nozze)

Fumagalli Carlo e Sassaroli Ivana (sposi nel 1975, al 45° anniversario di nozze)

Giungono invece all'ambitissimo traguardo delle nozze d'oro Magni Roberto e Ripamonti Attilia, nonché Fumagalli Antonio e Pozzoni Maria Teresa (sposi nel 1970). Ad un passo dalle nozze di diamante (sposi nel 1965) Panzeri Romano e Sirtori Vittoria, nonché Pozzoli Luigi e Ravelli Maria Pace.

Le coppie di sposi che hanno ricordato gli anniversari a Cremella

CREMELLA

Panzeri Fabio e Ferri Lisa (sposi nel 2010, al 10° anniversario di nozze)

Redaelli Fabrizio e Cattaneo Maria Emanuela (sposi nel 2010, al 10° anniversario di nozze)

Gerosa Renato e Fumagalli Antonella (sposi nel 2000, al 20° anniversario di nozze)

Panzeri Giovanni e Perego Gabriella (sposi nel 2000, al 20° anniversario di nozze)

Cattaneo Giorgio e Perego Giovanna (sposi nel 1995, al 25° anniversario di nozze)

Fumagalli Giancarlo e Brambilla Paola (sposi nel 1995, al 25° anniversario di nozze)

Ratti Gianroberto e Cattaneo Simona (sposi nel 1995, al 25° anniversario di nozze)

Colzani Alessandro e Casati Piera (sposi nel 1995, al 25° anniversario di nozze)

Gerosa Corrado e Cattaneo Barbara (sposi nel 1990, al 30° anniversario di nozze)

Viganò Giuliano e Palazzolo Giovanna (sposi nel 1975, al 45° anniversario di nozze)

Medri Guglielmo e Guidi Mariella (sposi nel 1975, al 45° anniversario di nozze)

Giungono all'ambito traguardo delle nozze d'oro (sposi nel 1970):

Crippa Mario e Asnaghi Piera

Camesasca Giordano e Colombo Annamaria

Piazza Paolo e Ghezzi Giovanna

Redaelli Carlo e Triaca Giuliana

Ad un passo dalle nozze di diamante (sposi nel 1965):

Fumagalli Angelo e Trento Maria Antonia

Cattaneo Enrico e Fumagalli Erminia

Redaelli Luigi e Bonfanti Maria

Bottino pieno invece (sposi nel 1960) per Pelucchi Giuseppe e Colombo Graziella, cui - così come a tutti gli altri festeggiati - facciamo i nostri migliori auguri: evviva gli sposi!

Silvia Buzzi - Marina Temperato
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco