Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.306.817
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 28 gennaio 2020 alle 19:11

Garbagnate: Javier Zanetti sugli spalti dell'oratorio

Che cosa ci fa il vicepresidente dell'Inter seduto sugli spalti dell'oratorio di Brongio? Il papà. Semplicemente. Javier Zanetti, il noto dirigente sportivo ed ex calciatore argentino, non è certo passato inosservato nel pomeriggio di sabato 25 gennaio a Garbagnate Monastero. L'occasione per la verità non era ufficiale e la sua presenza è stata a maggior ragione una sorpresa per quanti erano presenti.

In quella giornata andava infatti in scena una "Corno Cup", un torneo per le squadre del livello giovanile, in particolare dei bambini dell'attività di base della classe 2012.
Tra le squadre in competizione c'era quella in cui milita il figlio dell'ex difensore e centrocampista: Tomas, questo il nome dell'ultimogenito, gioca infatti nell'Accademia calcio Como, con cui il gruppo sportivo Brongio ha da qualche tempo avviato una collaborazione per la crescita del vivaio giovanile.
Ebbene, Javier Zanetti, un papà come tanti, ha fatto il gesto più semplice e comune: ricavare del tempo libero per andare a vedere il figlio inseguire il pallone sul campo da calcio. È quindi arrivato a Brongio insieme alla famiglia e si è seduto sugli spalti dell'oratorio, pronto per assistere alla partita. La sua presenza però ha iniziato a destare curiosità e, una volta accertato che si trattasse proprio dell'ex calciatore in persona, sono cominciate le richieste per foto ricordo e saluti.
"Abbiamo avuto la sorpresa di averlo come spettatore del nostro torneo. Lui era libero dagli impegni professionali e come tanti altri papà è venuto a vedere il figlio. Ha avuto un sorriso e una parola per tutti: è una persona alla mano come dimostra di essere anche quando si vede in televisione. Si è infatti messo a disposizione delle squadre per una foto ricordo" hanno confermato dalla società.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco