Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.185.356
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 12 febbraio 2020 alle 15:26

Barzanò: esami e nuove cinture per il Sankukai Belotti

Lunedì 10 febbraio nella palestra di Barzanò ha avuto luogo l’esame di metà anno, appuntamento abituale per gli allievi più grandi del Maestro Belotti. L’esame è sempre un momento di tensione e preoccupazione, ma anche e soprattutto di profonda soddisfazione e talvolta commozione. Gli atleti sono stati messi alla prova sul programma previsto dalla propria cintura, cioè sul kihon, sul kata e sul kumite con una difficoltà proporzionata agli anni di allenamento eseguiti. I ragazzi, nonostante qualche gamba tremante, si sono tutti guadagnati e meritati la nuova cintura, con grande entusiasmo e tensione anche da parte dei genitori, che hanno potuto assistere.


La commissione che li ha valutati era composta dal maestro Fausto Belotti, dagli istruttori Roberto Barbiero e Laura Ghezzi e dall’allenatore Tommaso Miolo, cinture nere preparate e competenti ma anche visi conosciuti e rassicuranti per i ragazzi.
Le nuove cinture per le palestre di Barzanò e La Valletta Brianza sono quindi:
  • cintura bianco-gialla: Alice Sangiorgio
  • cintura gialla-arancio: Aurora Piazza
  • cintura arancio-verde: Irene Zen
  • cintura verde: Gabriele Gargantini e Hicham Tahri
  • cintura blu: Davide Consonni
  • cintura blu-marrone: Lucrezia Sala, Mia Ravasi, Riccardo Pozzi e Simone Losa
La nuova cintura è sempre un traguardo importante e degno di nota per un karateka: è un riconoscimento dopo il duro lavoro in palestra, è un passo avanti nel proprio percorso sportivo e di vita, è un momento di trionfo personale ma anche di gioia condivisa con i propri compagni di allenamento, è un momento di prova di sé e rimarrà sempre un prezioso ricordo. Ed è un momento di prova per chi ha trasmesso gli insegnamenti che guarda con occhi analitici, ma con l’emozione di chi crede nel successo del suo allievo.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco