Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 274.073.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 15 febbraio 2020 alle 11:20

Prendersi cura delle piante

Esiste una leggenda contadina, che la pianta potata si rinforza. I gelsi ne sono l'esempio. Se fino a 60 anni fa i rami venivano tagliati per far mangiare i bachi da seta, ancora oggi si prosegue pensando di fare del bene alle piante. I nostri tecnici e politici la pensano allo stesso modo. In più per non avere beghe di sicurezza appena possibile capitozzano alberi e cespugli.

Bisognerebbe ogni volta che si mette a dimora una pianta, pensare a come sarà tra 50/100 anni. Bisognerebbe scegliere le essenze adatte. Bisognerebbe innaffiarle quando serve in particolare nei primi tempi. Bisognerebbe preparare il fondo adatto e un terreno sufficiente. Bisognerebbe sopra tutto avvalerso delle conoscenze di persone preparate. Ma mentre per un PGT serve un architetto, per un bilancio un ragioniere....per la cura delle piante non serve nessuno. Se nei Comuni, tecnici e politici avessero l'umilta di guardarsi attormo e copiare i buoni esempi di cura del verde, forse non vedremmo simili scempi.
Ma tutto purtroppo continuerà così.
Saluti,
Un vostro lettore
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco