Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.321.858
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 marzo 2020 alle 15:08

Covid-19: nasta con le polemiche. Ora collaboriamo tutti per far diminuire l'incidenza del virus

Faremo tutto quanto è umanamente possibile per evitare che lo tsunami provocato da Covid-19 ci travolga ma tutta la popolazione ci deve aiutare, e per far questo bisogna che si comprendano le ragioni dei sacrifici e delle restrizione che i nostri governanti, su indicazione di medici e scienziati,  hanno imposto.
Comprendiamo benissimo cosa significa chiudere le scuole, ridurre l’attività produttiva e vedere esercizi commerciali svuotati ma ridurre al massimo i contatti tra le persone e fare diagnosi precoce sono le uniche strategie che abbiamo per diminuire gli infetti.
Sebbene nella stragrande maggioranza dei casi questo virus non provochi seri danni, decorrendo in maniera poco sintomatica, Covid-19 non è una semplice influenza. E’ un virus per noi nuovo, non abbiamo un vaccino e nemmeno dei farmaci specifici e il suo arrivo improvviso ha trovato impreparato sia il nostro sistema immunitario che il sistema sanitario nazionale. Un sistema sanitario che, pur tra i migliori al mondo, non è pronto a gestire contemporaneamente tanti malati gravi.
Come avete letto le terapie intensive sono piene perché purtroppo questo virus può causare severe difficoltà respiratorie. Peraltro nel breve periodo molti medici e infermieri potrebbero ammalarsi e/o essere messi in quarantena. Questo potrebbe significare che le persone che giornalmente si prendono cura della vostra salute diminuiranno, proprio quando di loro c’è un estremo bisogno, non solo per fronteggiare il coronavirus ma anche per gestire tutte le altre patologie che verosimilmente non caleranno.
E’ vero che questa epidemia non sia stata gestita benissimo dal punto di vista della comunicazione: divulgatori, politici, scienziati, medici, statistici, giornalisti e opinionisti hanno detto di tutto, spesso dando dei messaggi contradditori. Ora non è più il tempo delle polemiche. Evitare il più possibile i contatti tra le persone è l’unica via certa in grado di far diminuire l’incidenza dell’infezione e le sue possibili temibili conseguenze.
Comprendere questo e seguire le raccomandazioni circa le norme igieniche è lo sforzo che vi si chiede.
Dr. Mauro Viganò
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco