Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 274.001.333
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 07 marzo 2020 alle 14:01

Dopo il commercio online, il Coronavirus e la paura stanno uccidendo i piccoli negozi

Amazon, Ebay, Zalando, Grupon e chi più ne ha più ne metta stanno pian piano uccidendo il negozio, o come lo si identifica oggi l'off line.
Un nuovo "attore" oggi si è unito allo sviluppo del canale on line il coronaVirus, si questo "strumento di marketing" devastante e molto efficace sta dando un enorme aiuto all'estinzione di massa del negozio.
Negozio, gestito da persone che cercano ogni sacrosanto giorno di portare a casa un minimo sindacale.
Il negoziante è una persona; che non ha introiti enormi o stratosferici, ma ha una famiglia, un commercialista e tanti costi che ogni anno aumentano grazie a discorsi politici che ci indicano come massimi evasori, neanche fossimo i ricercati numero uno!
Un negoziante che deve continuamente vedere i propri incassi diminuire e, per chi può, sostenere la propria attività grazie a servizi, spesso con guadagni minimi, non rintracciabili tramite il "tanto di moda" on line.
Un negoziante che quando si permette di applicare un piccolo aumento dopo svariati anni a quei servizi che lo fanno sopravvivere si sente accusare di essere ingordo nei confronti di chi, spesso passa una volta all'anno perché tanto compra on line.
Un negoziante che deve sorridere quando il cliente gli chiede se lui ha quel prodotto perché d'altronde l'ha cercato on line e nei centri commerciali e non l'ha proprio trovato; sappiate che abbiamo un orgoglio anche noi.
Un negoziante che si autotassa per portare un po' di "movimento" nel suo paese sperando di far capire anche a tante persone dei paesi limitrofi che esiste.
Un negoziante che crede in quello che fa, che si aggiorna, che amplia le proprie forniture, che lima il più possibile i ricarichi per poter fronteggiare alla concorrenza.
Un negoziante, verificatelo!, che ha spesso costi nettamente inferiori dei negozi On-line e dei centri commerciali.
Un negoziante che è in via d'estinzione, che porterà con se quei servizi così importanti non riscontrabili altrove e che porterà con se consigli e suggerimenti che solo quel bistrattato e demodè "off line" può dare.
Pensateci, basterebbe poco; rivalutare chi vi accoglie con un sorriso, chi vi consiglia, aiuta e si adopera per voi contro uno sterile, costoso e assurdo acquisto on line.
Ma sono certo che non lo capirete da queste poche righe che sono la richiesta di aiuto da un sofferente e moribondo settore; sarete in prima linea, poi, a far notare che nessuno a fatto nulla nel vostro paese per aiutare quel negozio che era l'ultimo di quel settore e ora non potrete più avere quel servizio che tanto era utile lì proprio a pochi passi da casa vostra, solo dopo l'ennesimo funerale capirete; ma sarà troppo tardi.
Un negoziante come tanti altri
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco