Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.169.890
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Domenica 08 marzo 2020 alle 19:15

Coronavirus: cosa prevede il nuovo decreto? Lo spiegano i sindaci del Casatese

Un comunicato stampa congiunto per ribadire le disposizioni sancite attraverso il decreto emanato nelle scorse ore dalla presidenza del consiglio dei ministri, valevoli sino al prossimo 3 aprile. A mettere nero su bianco le indicazioni per il nostro territorio, incluso nella zona rossa regionale, tentando così di fare ulteriore chiarezza, sono stati i sindaci del circondario casatese che, sulla scorta di quanto già espresso dalle istituzioni regionali e statali, ribadiscono l'importanza di evitare spostamenti (se non per ragioni di lavoro o per situazioni di emergenza) e assembramenti.

Ecco di seguito il comunicato integrale diffuso in questi minuti:

OGGETTO: Emergenza Coronavirus - Comunicato dei Sindaci del Casatese

Con riferimento alla situazione sanitaria legata al diffondersi del "COVID-2019", conosciuto come "coronavirus", ravvisando la necessità di fornire informazioni alla collettività, si comunica che il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8
marzo 2020 prevede, tra l'altro:

· evitare ogni spostamento dai propri domicili, se non per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi d salute;
· permanenza presso il proprio domicilio dei soggetti con sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5°C, contattando il proprio medico curante e limitazione di tutti i contatti sociali;
· sospensione dei servizi educativi per l'infanzia (asili nido, scuole dell'infanzia) e delle attività didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche, private e paritarie, compresi i nidi fino al giorno 3 aprile 2020: gli alunni non dovranno recarsi a scuola, mentre il personale docente e non docente dovrà seguire le indicazioni dell'Ufficio scolastico provinciale e del Dirigente scolastico;
· sospensione di tutte le attività sportive presso palestre, piscine, centri natatori e chiusura dei centri benessere;
· sospensione delle cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri: l'apertura dei luoghi di culto è condizionata dalla adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la distanza tra loro di almeno un metro;
· apertura di bar e attività di ristorazione dalle 6:00 alle 18:00 a condizione che gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
· apertura delle attività commerciali a condizione che i frequentatori possano rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro;
· chiusura delle medie e grandi strutture di vendita nonché degli esercizi presenti all'interno dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi escluso farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari;
· chiusura dei centri culturali, sociali e ricreativi, tra cui i centri per anziani;
· chiusura delle biblioteche;
· chiusura di cinema, teatri, discoteche;
· divieto di assembramenti di persone in luoghi pubblici e privati aperti al pubblico;
· mantenimento della distanza minima di 1 metro dalle altre persone.

Invitiamo tutti i cittadini a rimanere in casa, limitando al minimo gli spostamenti a tutela propria, dei propri familiari e della collettività.

Rimarranno invece aperti regolarmente gli uffici pubblici (municipio, poste, ambulatori). Si raccomanda di interfacciarsi con gli uffici preferibilmente in via telematica, accedendo solo in caso di effettiva necessità ed evitando in ogni caso code e
assembramenti.
Le presenti disposizioni rimarranno in vigore fino alle ore 23:59 di venerdì 3 aprile 2020, salvo aggiornamenti.

Per informazioni su Coronavirus utilizzare il numero verde 800.894545.

Si ricorda che il numero 112 deve essere usato solo per effettive emergenze.

I Sindaci di
Barzago - Mirko Ceroli
Barzanò - Giancarlo Aldeghi
Bulciago - Luca Cattaneo
Casatenovo - Filippo Galbiati
Cremella - Ave Pirovano
Cassago Brianza - Roberta Marabese
Missaglia - Bruno Crippa
Monticello Brianza - Alessandra Hofmann
Sirtori - Davide Maggioni
Viganò - Fabio Bertarini

Comuni del Casatese, 8 marzo 2020

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco