Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.254.240
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 17 marzo 2020 alle 17:31

INRCA cerca medici, oss e infermieri per il Covid. Il DG Genga, ''attivi nell'emergenza''

Anche il presidio Inrca di Casatenovo è stato messo a disposizione - come altre strutture sanitarie lombarde - dell'emergenza legata al contenimento dell'infezione da Covid-19.
''Siamo completamente inseriti nel percorso della realtà locale, sia a Merate, sia a Casatenovo, pronti in ogni istante a fare la nostra parte'' le parole del direttore generale dell'istituto con quartier generale nelle Marche, Gianni Genga. ''All'ospedale Mandic il nostro reparto sta trattando solo pazienti con gravi e gravissimi problemi respiratori. La pneumologia è totalmente dedicata alla gestione di questa emergenza e come si immaginerà, il reparto ha subito un vero e proprio stravolgimento''.

Il presidio Inrca di Casatenovo

Casatenovo invece, come ha confermato lo stesso Genga, sta ancora gestendo una fase di post-acuzie. ''A Monteregio il presidio al momento è votato alla cura dei pazienti no-covid, ma siamo nel pieno di una vera e propria trasformazione, valutando istante per istante sulla base delle necessità richieste come muoverci. Lo sforzo è grandissimo e anche noi stiamo cercando di fare la nostra parte'' ha proseguito il dg, ricordando appunto l'operazione dei mesi scorsi quando Inrca ha trasferito parte dell'attività pneumologica al quinto piano del padiglione Villa del Mandic di Merate, attivando una ventina di posti letto per acuti e per la terapia sub intensiva.

Il direttore generale Gianni Genga

Anche nelle Marche - dove si trova appunto la sede principale - Inrca, seppur con numeri attualmente ben lontani da quelli lombardi, sta gestendo un'emergenza analoga dovuta al contagio da Coronavirus. L'istituto, nelle sue sedi di Ancona e Fermo, è stato individuato fra quelli in grado di trattare sia pazienti positivi, sia la fase post-critica.
Tornando invece alla realtà meratese-casatese, è di pochi giorni fa l'avviso pubblicato sul sito internet dell'istituto per reclutare medici (specializzati e specializzandi), infermieri e oss da destinare al reparto di pneumologia del Mandic e al presidio di Monteregio nell'ambito dell'emergenza Covid. Nel bando sono indicate le condizioni economico-contrattuali, con tanto di tariffe orarie per ognuna delle categorie richieste, festivi compresi. Si cercano professionisti (anche in pensione) con partita iva o da assumere tramite contratti di collaborazione continuata e continuativa, per la durata di sei mesi, eventualmente rinnovabile in ragione del perdurare dello stato di emergenza da Coronavirus.

Il cartello affisso all'ingresso del presidio casatese che indica la sospensione di alcune attività

''Per Inrca Marche abbiamo già chiuso la manifestazione di interesse, avendo raggiunto l'obiettivo di reclutamento. Per Casatenovo-Merate sono arrivate alcune domande ed è in corso lo screening delle stesse'' ha concluso Genga.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco