Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 274.002.903
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 22 marzo 2020 alle 17:41

Cassago: il 23 ci rivolgeremo a Sant'Agostino celebrando i Vespri. Insieme... ce la faremo

Nel segno di Agostino

Cuore in alto! Speranza in Dio, non in te stesso. Tu infatti sei di quaggiù, Dio di lassù (Serm. 229,3).
Nel 1630, mentre la Brianza assisteva al dramma della pestilenza, morbo immortalato da Manzoni nei Promessi Sposi, il popolo cassaghese si affidò con fede e speranza a S. Agostino. Le preghiere e la devozione consentirono di uscire indenne dal terribile male. A tramandare questo episodio è una pagina del Chronicon parrocchiale redatta da don Filippo Balsamo.
Circa quattrocento anni dopo, la comunità cassaghese si ritrova lunedì 23 marzo, alle ore 18.30, in diretta Facebook, per assistere alla celebrazione dei Vespri in onore del suo patrono, S. Agostino.
La storia di un popolo e della sua gente, tramandata dai documenti e dai testi, si fa presente e si intreccia in maniera inestricabile con il nostro oggi di credenti. Ed è da questa mescolanza di storia e fede, che sentendoci quanto mai vicini al Cristo sofferente, invochiamo il Suo aiuto e ci riconosciamo pienamente figli di Dio.
Forza Cassago e forza Brianza! Insieme ce la faremo. Nel segno di Agostino.
Gloria Camesasca
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco