Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 239.020.292
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 25 marzo 2020 alle 15:58

Oggiono: in un video i ragazzi della banda suonano l'Inno d'Italia ''per sentirsi uniti''

Distanti, ma vicini. Per una volta i ragazzi della Banda giovanile di Oggiono si sono trovati a suonare lo stesso brano, insieme, ma ognuno nelle proprie abitazioni. E il brano in questione, data la particolare situazione di emergenza legata alla pandemia di Coronavirus che ha colpito l'Italia, non poteva che essere l'inno nazionale. Suonato oggi ha un significato in più, di unione e forza, anche di fronte alla distanza, l'isolamento nelle proprie abitazioni e soprattutto di fronte ai dati che descrivono uno scenario sempre in evoluzione, ma del quale non si riesce ancora a vedere la svolta risolutiva.

VIDEO



Ogni ragazzo della Banda si è fatto quindi riprendere mentre eseguiva l'inno, ciascuno con il proprio strumento. Tutti i video sono stati poi montati dal consigliere Claudio Castelli in un unico filmato, nel quale compare il Maestro Matteo Anghileri a dare il via all'esecuzione dell'inno di Mameli.
«Il brano - ha spiegato il Maestro Anghileri - lo hanno proposto il sindaco di Oggiono Chiara Narciso e l'assessore alla Cultura Giovanni Corti. Io ho trascritto le parti per i vari strumenti, scegliendo una tonalità comoda per i ragazzi. Ho proposto loro di suonarlo e molti hanno accettato».
Clarinetti, trombe, corni, pianoforte, tamburi e sax si sono così alternati nell'esecuzione. Al termine della performance il Maestro Anghileri ha spiegato: «I ragazzi della Banda giovanile di Oggiono sanno che in ogni brano ognuno di loro svolge una parte fondamentale, sia nella musica che nella vita. Specialmente oggi in questo periodo così difficile ognuno di noi deve svolere una parte fondamentale, la parte scritta in sul nostro partito è quella di stare a casa».
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco