Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.600.872
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 30 marzo 2020 alle 11:18

Cassago: don Giuseppe Morstabilini torna in corsia. Farà l'infermiere a Busto Arsizio

Don Giuseppe Morstabilini
Una scelta forte e coraggiosa quella di don Giuseppe Morstabilini. Originario di Cassago, il missionario 44enne avrebbe dovuto partire per l'Africa, destinazione Zambia, come fidei donum, avendo ricevuto lo scorso ottobre il mandato direttamente dalle mani dell'arcivescovo di Milano, Mons.Mario Delpini.
Invece il religioso ha deciso di indossare di nuovo camice, mascherina e guanti e di dare una mano concreta all'emergenza sanitaria in corso, tornando a esercitare la professione di infermiere. Momentaneamente residente in parrocchia a Samarate, provincia di Varese, per don Giuseppe in poche settimane sono completamente mutate prospettive e piani della vita quotidiana.
Dopo aver ricevuto la sua domanda, Delpini gli ha accordato il via libera: il sacerdote cassaghese da qualche giorno opera presso l'ospedale di Busto Arsizio. Prima di entrare in Seminario aveva infatti conseguito il titolo d'infermiere professionale, esercitando il tirocinio presso l'ospedale di Merate e lavorando al "Valduce" di Como, presidio di Costa Masnaga.
''Avendo concluso la mia quarantena di ritorno dall'Irlanda, dove mi sono recato per studiare inglese in vista del mio viaggio in Africa ho subito inviato la domanda per la disponibilità presso l'ospedale di Busto Arsizio. Nel giro di due giorni mi hanno chiamato, ho fatto il colloquio, effettuato la visita medica, firmato il contratto. Ho preso servizio sabato 28 marzo'' ha spiegato in un'intervista pubblicata sul sito ufficiale della diocesi.
Don Giuseppe Morstabilini, nato nel 1975, è l'ultimo di 13 figli, due dei quali anch'essi religiosi (suor Giovanna e don Mario ndr). Entrato in seminario all'età di 21 anni, il cassaghese è stato ordinato sacerdote nel 2004 e ha esercitato i primi otto anni di ministero a Bareggio, un comune a sud di Milano. Trasferitosi poi a Novate Milanese ha trascorso sette anni nella comunità locale nella parrocchia dei SS. Gervaso e Protaso. L'Africa ha sempre esercitato un grande fascino sul missionario, che fin da bambino, all'oratorio di Cassago, rimaneva affascinato dalle storie raccontate dai missionari, che prima di lui, hanno avuto modi di viaggiare per il mondo, vedere paesaggi sconfinati, e vivere tante avventure.
In Zambia non ha rinunciato ad andare, ma non a giugno come previsto. Ora sono mutate le priorità per lui come per tutti. ''Spero di potere dare con le parole, la testimonianza e facendo l'infermiere, un segno di speranza. Solo questo mi sta a cuore'' ha concluso.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco