Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.331.342
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 01 aprile 2020 alle 11:58

Il virus della menzogna




La famosa Bocca della Verità
conservata a Roma in Santa Maria in Cosmedin
È ormai certo che il virus della Menzogna, molto più infame del Covid 19 perché originato dalla mente umana, si manifesta trasversalmente al Pirellone come al quartiere Flaminio dove ha sede la Protezione Civile Nazionale.
Fontana e Borrelli, Brusaferro ( un nome degno di un "bravo" manzoniano) e Gallera fingono di litigare di fronte alle telecamere, ma hanno tutti in mano lo stesso vergognoso copione.
Nel momento in cui scrivo risultano essere oltre 9000 i sanitari italiani tra contagiati, ricoverati e deceduti. Il dato è chiaramente sottostimato in quanto ancora oggi non vengono effettuati tamponi  a tappeto tra il personale sanitario.
Ma sia a Milano che a Roma, a domanda specifica dei giornalisti su quali spiegazioni dare a questo dato, le risposte dei massimi responsabili sono state queste:
- bisogna vedere se si sono contagiati dentro o fuori l'ospedale
- noi abbiamo fornito il materiale necessario, bisogna poi vedere se è stato usato correttamente
- non sono un epidemiologo e di queste cose se ne parlerà dopo, adesso non è il caso
- le disposizioni ministeriali in materia di protezione erano chiare (peccato che hanno cambiate idea 10 volte in tre giorni; posso mostrarvi  le mail inviateci a conforto di questo)
In queste parole c'è tutta la nostra Caporetto 2.0.
Il ricordo va all' autunno del 1917 quando mentre decine di migliaia di soldati italiani e si sbandavano e morivano nella tenaglia di fuoco austriaca, i generali sabaudi, con gli stivali lucidi ed al caldo dei loro alloggi, ordinavano le decimazioni tra la truppa ed addossavano a questi ultimi ed alla loro codardia la colpa della sconfitta.
Chi crede, che ad emergenza finita tutto questo sarà dimenticato, sta commettendo un grave errore. Nulla sarà dimenticato di quanto non deciso e non attuato nelle ore cruciali di questa catastrofe, e sopratutto di quanto pavidamente non dichiarato di fronte alla accecante evidenza dei numeri.
Ricordo che nella nostra provincia i sanitari contagiati rappresentano una cifra oscillante tra il 25 ed il 30 per cento del totale di tutti i contagiati!
Qualcuno ha il coraggio o l'impudenza  di dire che è andato tutto bene ?
Qualcuno ha il coraggio o l'impudenza di dire che non ci sono responsabilità ?
Nel 1889 Oscar  Wilde, nel suo " La decadenza della Menzogna ", impersonando i panni del suo doppio, Vivian, conclude la sua arguta dissertazione con una rivelazione fulminante: "E' la Menzogna, il narrare cose belle e mendaci, il fine ultimo dell'Arte".
Scopriamo quindi che ci sono grandi artisti tra coloro che preferiscono definirci davanti agli schermi  eroi od angeli ma non sanno dire: scusate abbiamo sbagliato.
Un operatore sanitario
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco