Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.349.623
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 03 aprile 2020 alle 12:49

''Forza, ruzza ruzza''. Dall'Oggiono Rugby video per sostenere la lotta al Covid di un'amica

Un video è uno dei tanti modi per abbreviare le distanze fra le persone. In particolar modo in questo momento di isolamento obbligatorio. Quello realizzato dall'Asd Oggiono Rugby Club è però, in qualche modo, un video "speciale". La madre di uno dei piccoli atleti della squadra è stata colpita dal Covid-19. Tutt'ora si trova in isolamento domiciliare. Separata anche dai propri familiari.
«E' successo - ha spiegato Romeo Dell'Oro del Rugby Oggiono - che la madre di uno dei nostri alateti ha contratto il virus. Attualmente è a casa in quarantena e non può entrare in contatto con i suoi familiari e tantomeno con il figlio. Come direttivo abbiamo deciso di fare qualcosa per sostenere moralmente questa signora».

VIDEO


Così è arrivata l'idea di realizzare un video, con la partecipazione di quanti più atleti possibili, uniti nel rivolgere alla signora in difficoltà un solo invito: «Non mollare». In perfetta sintonia con lo spirito di squadra del Rugby Oggiono.
«In tutti gli sport di squadra - ha chiarito Dell'Oro - ci sono le individualità, le caratteristiche tecniche atletiche che ogni giocatore mette a disposizioni di tutti gli altri. Nel rugby c'è qualcosa in più: il sostegno. Ogni giocatore si deve mettere a servizio dei compagni, altrimenti non si raggiunge il risultato».

E, in questo caso, il primo sostegno per la signora in difficoltà è arrivato proprio dai suoi familiari e dal suo bambino che in apertura del filmato ha più volte gridato: «Per la mamma: Hip Hip Urrà!». A loro si sono poi uniti molti altri piccoli atleti e anche alcuni genitori che hanno scelto di partecipare a questa iniziativa, realizzando ciascuno un piccolo video, poi montati tutti insieme.
«Noi - ha continuato Dell'Oro - abbiamo voluto fare questo "sostegno" appunto per sostenere moralmente questa signora in difficoltà. Ci auguriamo che questo messaggio possa essere di aiuto anche a chi in questo momento sta attraversando un periodo difficile».

Il messaggio di alcuni piccoli atleti della società oggionese per dire che ''Andrà tutto bene''

Tutti i partecipanti, seppur divisi ciascuno presso le proprie abitazioni in rispetto alle normative per il contenimento della pandemia, si sono ritrovati uniti nell'incitamento rivolto alla signora, gridando il motto della propria squadra, come ha spiegato Dell'Oro: «Nel rugby si spinge e, essendo brianzoli, il nostro motto è "Dai, dai, Ruzza! Ruzza!". Abbiamo avuto una grande partecipazione da parte dei bambini, con un grande entusiasmo. La nostra società cerca di diffondere il rugby nel nostro territorio e più che una società sportiva spesso siamo una grande famiglia, quindi in molti si sono dimostrati disponibili a incitare a "non mollare" e tenere alto il morale».

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco