Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 228.437.184
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 27/04/2020

Lecco: V.Sora: 148 µg/mc
Merate: 92 µg/mc
Valmadrera: 103 µg/mc
Colico: 91 µg/mc
Moggio: 125 µg/mc
Scritto Lunedì 06 aprile 2020 alle 08:51

Coronavirus, Barzago: 2 nuovi casi positivi. Nessuna 'discesa'

Il sindaco Mirko Ceroli
Al termine della settimana appena trascorsa, il sindaco di Barzago, Mirko Ceroli, ha informato la popolazione circa la situazione del Comune nel contesto dell’emergenza Coronavirus. Dopo aver ricordato l’ultima delle quattro avvenute in paese a causa del contagio, a prima informazione rilevante che è stata data è che i casi di positività sono passati da 4 a 6, di cui 4 sono ricoverati in diversi ospedali del territorio. Il periodo di sorveglianza attiva condotto da ATS Brianza che è cominciato il 4 aprile e continuerà fino al 15 aprile coinvolge invece al momento 7 nuclei famigliari per i quali è già quindi iniziata la quarantena presso i loro domicili. I soggetti monitorati sono comunque in contatto con il comune e le autorità sanitarie che garantiscono loro sicurezza, informazione ed assistenza. Il primo cittadino ha voluto poi spendere due parole personali sul momento che stiamo vivendo, incoraggiando i cittadini a continuare ad osservare rigorosamente le regole che ci sono state imposte per la nostra sicurezza: “Sono due mesi che lottiamo contro il virus. Sappiamo che le misure restrittive sono state prorogate fino al 13 aprile. Siamo ancora nel picco. La discesa in cui tutti speriamo non è ancora iniziata. Non andiamo in giro senza giustificato motivo perché significherebbe allontanare ancora di più la fine di questa emergenza. Non cediamo allo sconforto. I contributi per la solidarietà alimentare sono partiti: i comuni si sono organizzati. Le iniziative di solidarietà aumenteranno. Ripartiremo e riusciremo a rialzarci!”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco