Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.940.025
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 08 aprile 2020 alle 12:13

Retesalute: proposte e lavoro in rete per garantire servizi di assistenza e supporto educativo alle categorie fragili



Il perdurare della situazione di criticità sanitaria e le conseguenti misure di contenimento della diffusione del virus COVID-19, tra cui la sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole e la chiusura dei Centri diurni per minori e disabili, non hanno fermato il lavoro dell’Azienda Speciale Retesalute, che ha fin da subito potenziato il coordinamento e la rete dei Servizi Sociali di Base del territorio e messo in campo tutte le risorse possibili per far fronte alla nuove sfide legate al nuovo contesto emergenziale.
In stretta connessione con le cooperative sociali che operano sul territorio del meratese, del casatese e dell’oggionese per la gestione dei servizi educativi, Retesalute ha costruito e attivato diverse proposte per garantire la continuità educativa dei percorsi in essere e un supporto a ragazzi e famiglie in questo periodo di isolamento. Tali proposte, indirizzate ai ragazzi e ai nuclei familiari quotidianamente seguiti dal personale di Retesalute per l’Educativa Scolastica e l’Assistenza Domiciliare, sfruttano anche le opportunità che le moderne tecnologie mettono a disposizione per la didattica a distanza, tra cui le piattaforme online predisposte dagli Istituti Comprensivi del territorio. I ragazzi e le rispettive famiglie vengono accompagnati attraverso l’approfondimento di 3 tematiche, individuate in relazione al momento di disorientamento, confusione e timore che stiamo vivendo:
1. Percorsi di informazione ed educazione;
2. Momenti di ascolto, supporto e riflessione;
3. Attività di sostegno scolastico.
Tali interventi vengono realizzati dagli educatori e dal personale qualificato di Retesalute e delle cooperative sociali attraverso:
- raccordo telefonico con corpo docente e in particolare insegnanti di sostegno;
- periodiche conversazioni telefoniche e/o videochiamate con i ragazzi;
- predisposizione di materiale didattico;
- predisposizione di materiali audio/video per una buona occupazione del tempo;
- colloqui telefonici di monitoraggio e vicinanza familiare.



La sede di Retesalute

Prosegue, inoltre, anche il servizio di counselling scolastico e sportello psicologico in modalità telematica negli Istituti  comprensivi di Barzanò, Casatenovo, Cernusco Lombardone, Calco e La Valletta Brianza. Tale servizio mantiene le finalità di supporto psicologico per i docenti che non hanno interrotto l'attività didattica e continuano a gestire le classi e le situazioni fragili e per genitori e alunni che vivono la novità della didattica a distanza, a volte vissuta come un peso, e che devono gestire l'ansia data dal momento incerto e minaccioso. Il servizio di counselling scolastico, gestito da psicologi professionisti di Retesalute, ha quindi la duplice finalità sia preventiva sia di risposta al bisogno emergente, permettendo altresì all'Azienda di collaborare con i Comuni nel monitoraggio delle Comunità locali ed in particolar modo della fascia dell'infanzia e adolescenza.
Non vengono lasciate sole neanche le famiglie con minori seguiti all’interno delle Comunità diurne: per loro sono stati attivati dagli educatori delle Comunità stesse percorsi personalizzati di sostegno a distanza al fine di mantenere il più possibile monitorate situazioni già molto complicate. Anche per assistenti sociali e psicologi dell’équipe Tutela Minori continua il monitoraggio e il sostegno alle famiglie che presentano situazioni di fragilità e di difficile gestione dei propri figli minori.
La nuova emergenza sanitaria ha poi richiesto una nuova organizzazione del Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD), confermato per gli utenti che già usufruiscono del servizio, ma che si è immediatamente riorganizzato per poter essere garantito anche alla cittadinanza risultata positiva al COVID-19 o in quarantena o in isolamento.
Retesalute, in qualità di ente strumentale degli Enti aderenti per la gestione dei servizi socioassistenziali, ha manifestato infine la propria disponibilità agli stessi per la gestione di nuove tipologie di servizi quali caregiving, telefonia sociale in collaborazione con Auser o sportelli di supporto psicologico per assistenza, in particolare, a cittadini e famiglie in quarantena, in sorveglianza attiva o isolamento preventivo oppure che presentano fragilità a vario titolo.
Tutto il personale dell’Azienda Speciale Retesalute è quotidianamente impegnato e disponibile per il sostegno e il supporto a tutta la cittadinanza del territorio meratese, casatese e oggionese, al fine di alleviare il più possibile questi momenti vissuti in modo particolarmente critico dalle persone più fragili.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco