Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 284.398.124
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 15 aprile 2020 alle 17:03

Cassago: approvati l'aggiornamento al DUP e gli investimenti previsti nel prossimo triennio

In occasione dell'ultima seduta di consiglio comunale a Cassago - svoltasi in videoconferenza - sono stati approvati la nota di aggiornamento al DUP e il bilancio di previsione.
Il documento unico di programmazione nella forma semplificata per il triennio 2020-2022 era già stata predisposto e approvato dalla giunta comunale lo scorso 16 dicembre, ma nella nota di aggiornamento sono stati esposti in maniera puntuale e sistematica le modalità di utilizzo delle risorse economiche a disposizione del Comune, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze dei cassaghesi anche dopo l’insorgere dell’emergenza Coronavirus.
“Prevedere gli scenari futuri è sempre difficile ma oggi ancora di più perché non sappiamo ancora quali saranno gli effetti e le ritorsioni che l’attuale emergenza sanitaria avrà sulla situazione economica generale” ha infatti affermato il sindaco Roberta Marabese, prima di lasciare la parola all’assessore al bilancio Alberto Parravicini per illustrare il quadro generale della situazione economica comunale.



Da sinistra in senso orario il consigliere Sergio Pini, l'assessore Alberto Parravicini, il sindaco
Roberta Marabese e il segretario comunale dr.ssa Maria Antonietta Manfreda


Dopo la premessa che il bilancio è stato approvato e predisposto dalla giunta in un periodo ante Covid-19 e che quindi potrebbero esserci variazioni notevoli rispetto alle previsioni attuali, Parravicini ha mostrato la composizione del documento di previsione in cui le voci più importanti di spesa sono quelle relative alle politiche sociali che costituiscono il 23 % del bilancio, le spese per i servizi e le istituzioni che sono il 34%, e quelle relative all’istruzione e al diritto allo studio e alla tutela ambientale che entrambe sono pari al 16%. Le principali spese di investimento invece, riguardano gli interventi per 54.000 euro sulla scuola media, 50.000 euro per la scuola dell’infanzia, 6.000 euro per la manutenzione straordinaria del cimitero, 8.000 euro per la manutenzione straordinaria delle strade, e 11.000 per la riqualificazione delle aree degradate. Queste opere in particolare saranno finanziate per il 60% attraverso il fondo pluriennale vincolato e per il 25% con i contributi dello Stato.
Nella costruzione del bilancio di previsione 2020/2022, l’assessore Parravicini ha poi chiarito che sono state prese in considerazione due esigenze: innanzitutto garantire attraverso le spese correnti tutti i servizi che vengono erogati quotidianamente dal Comune ai propri cittadini, pur avendo delle difficoltà derivanti dalle seguenti circostanze. La somma considerevole di 360.175 euro delle entrate correnti è infatti destinata a pagare gli interessi passivi e la quota capitale dei mutui assunti dalle precedenti amministrazioni, mentre l’importo di 30.175 euro servirà per il recupero del disavanzo tecnico che finirà nel 2024. Ci sono poi infine delle spese obbligatorie che riguardano ad esempio la gestione del personale per 689.873 euro, la gestione del servizio integrato dei rifiuti per 354.500 euro, la pubblica illuminazione per 94.000 euro, i servizi sociali con Retesalute per 297.045 euro oltre alle utenze riscaldamento, energia elettrica, acqua e telefono dei vari immobili comunali; la seconda esigenza tenuta in considerazione è invece la necessità di rendere concreto il programma elettorale dell’amministrazione.



Il sindaco Roberta Marabese

La parola è quindi passata all’assessore all’urbanistica Emilio Panzeri che ha ripercorso nel dettaglio le spese di investimento. Nello specifico, i contributi pari a 50.000 euro annui che lo Stato ha concesso con l’ultima legge di stabilità per il prossimo triennio per investimenti, sono destinati a migliorare l’efficienza energetica degli edifici comunali, come la scuola media e la scuola infanzia con nuovi serramenti e il centro sportivo con una revisione della centrale termica. Il contributo della Fondazione Timken - se erogato anche nel 2020 - sarà destinato invece a migliorare l’efficienza energetica della scuola media nel 2° lotto di sostituzione dei serramenti su richiesta della scuola stessa. Infine, ulteriori investimenti avranno l’obbiettivo di riordinare l’archivio comunale, installare nel 2 ° lotto degli oscuranti presso la scuola primaria e riqualificare le aree verdi pubbliche da anni senza interventi di manutenzione delle essenze arboree, degli arredi e delle attrezzature ludiche.
Riprendendo la parola, l’assessore al bilancio Parravicini ha tenuto infine a chiarire che tutto ciò che è stato previsto nel bilancio di previsione 2020/2022 è però messo in discussione dagli effetti non ancora quantificabili dell’emergenza sanitaria in atto.
Il bilancio è stato approvato all’unanimità, ma nella dichiarazione espressa sul finire del dibattito il consigliere di Progetto Cassago Democratica Maurizio Corbetta ha spiegato che il voto favorevole espresso dal proprio gruppo e da Insieme Cassago (l'altra minoranza) rappresenta un atto di responsabilità istituzionale in un momento grave e difficile come quello in corso, ma non significa invece dare l'appoggio all’amministrazione attualmente in carica.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco