Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 246.975.945
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 05 maggio 2020 alle 10:05

Una confusione da non credere

A nemmeno 24 ore dall'ordinanza Regionale 3 maggio che ha dato la possibilità di un minimo di movimento anche tra Comuni diversi e di accedere alle seconde case per manutenzione i Sindaci della Provincia di Lecco hanno deciso che per loro queste regole non valgono e puniscono spostamenti e manutenzioni, quasi fossero attività contrarie all'ordine pubblico e al buon costume, con minaccia di multe salate.
Ma ci rendiamo conto che siamo in un'unica Repubblica o si pensa di essere in tante repubbliche autonome quanti sono i Comuni?
Vi rendete conto, signori sindaci, che non siamo all'epoca della peste del 1630 di manzoniana memoria, con tutto il relativo bagaglio di Grida?
Vi rendete conto che vietare gli spostamenti in automobile tra Comuni diversi è semplicemente ridicolo, dato che il mezzo privato è proprio quello che consente massima sicurezza in tema di distanziamento?
Vi rendete conto che vietare l'accesso alle seconde case è altrettanto ridicolo, dato che i proprietari hanno il Diritto di controllarne le condizioni e come faccio a controllare se non ci vado? Senza contare che vietare l'accesso per lungo tempo a una proprietà privata costituisce un sostanziale esproprio.
Vi rendete conto che non tagliare l'erba nei prati dei giardini privati delle seconde case è controproducente anche per la salute pubblica, soprattutto in questa stagione di rapida crescita del verde?
Vi rendete conto che anche con il Covid-19 la vita di tutti i giorni con le sue incombenze deve poter continuare?
Vi rendete conto che siete tutti presi da delirio di onnipotenza e che è troppo facile vietare tutto?
Controllate che la gente circoli con mascherina e guanti, questo si, ma non ponete più tutti questi ostacoli al vivere quotidiano; certo è molto più facile vietare tutto che controllare con buon senso e con un minimo di elasticità mentale.
Luca Pedroli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco