Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 278.786.463
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 17 maggio 2020 alle 16:27

Dalla passione per il collezionismo e per il calcio di Mattia è nato ''Staycollected''

La situazione di emergenza che stiamo vivendo a causa della diffusione su scala mondiale del Covid-19 e la conseguente quarantena ha dato a ciascuno di noi la possibilità di dedicarsi ai propri hobby e a tutte quelle attività che magari abbiamo trascurato per il poco tempo e i molti impegni. Significativa è la testimonianza del venticinquenne Mattia Stucchi, residente a Cornate d'Adda, che ha portato avanti il suo progetto "Staycollected" legato alla sua passione per il calcio.
Mattia si è diplomato presso il Liceo Linguistico A. Greppi di Monticello Brianza e ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Bergamo. Attualmente sta concludendo il percorso magistrale in Editoria, Comunicazione Visiva e Digitale.
Oltre allo studio, lavora come editore di contenuti web per una piccola agenzia di comunicazione, che offre servizi di programmazione e promozione dell'immagine aziendale attraverso il web e i social network.
È un grande appassionato di calcio e pratica questo sport dall'età di 6 anni. Ora gioca per l'ASD Carvico e per i Galacticos, squadra amatoriale di calcio a 7.
È proprio dal mondo calcistico che è nata l'idea del suo progetto, raccontato in una breve intervista per il nostro giornale.


Com'è nato il progetto "Staycollected"?
"Il progetto nasce dall'unione di tre mie passioni: quella per il calcio, quella per il collezionismo di maglie e cimeli relativi alla sua storia e quella per la scrittura. L'idea è stata fin da subito quella di fare storytelling, raccontando questo sport attraverso pezzi da collezione di ogni tipo. Ho sempre avuto il desiderio di dedicare uno spazio concreto a questo mio hobby: nel corso di uno stage lavorativo nell'estate del 2018 presso un'agenzia di comunicazione ho avuto la fortuna di realizzare un sito e una pagina Instagram, aiutato del mio responsabile Paolo Cassago, anch'egli collezionista. È nato così "Staycollected". Il nome non è una traduzione letterale vera e propria dall'inglese; ho voluto giocare su "stay collect", espressione che significa "stare bene, calmi" e che contiene proprio il verbo "collezionare". E collezionare, semplicemente, mi fa sentire così. Fin da subito mi sono focalizzato sul raccontare, ripercorrere e considerare partite, squadre, giocatori e momenti del passato che hanno fatto la storia del calcio italiano e mondiale, partendo da memorabilia in tema con tutto ciò"

Chi collabora al progetto?
"Il progetto si è allargato e attualmente ci sono 4 collezionisti nel team: oltre a me, troviamo Paolo Cassago (creatore), Mattia Viganò (collaboratore interno e uno dei miei più cari amici) e Luca Bello (collaboratore esterno, conosciuto su Instagram per la passione in comune).
Lavorando in quattro abbiamo oggi a disposizione molto materiale, pur essendo ancora una piccola realtà; personalmente ho a disposizione maglie e tanti altri articoli quali libri, figurine, sciarpe, gagliardetti, articoli firmati e altro. Mattia e Luca sono due grandi collezionisti di maglie, possono contare e fornirmi tanti pezzi particolarmente rari. Paolo possiede, oltre alle maglie, tante figurine dagli anni '60 ad oggi. L'obiettivo sarà sempre quello di incuriosire e divertire appassionati, collezionisti e curiosi attraverso lo storytelling.
Sono legato a vari pezzi da collezione, ma custodisco con affetto la maglia della Chapecoense, squadra brasiliana purtroppo vittima di un disastro aereo nel 2016, il cui ricavato è stato devoluto ai famigliari. O ancora un paio di maglie dell'Inter indossate dai giocatori, quella di Pelé dei New York Cosmos e tutte quelle che soprattutto mi sono state regalate dalla mia famiglia, dalla mia ragazza e dai miei amici che conoscono questa passione"


Chi ha realizzato il logo?
"Il logo è stato realizzato dal grafico e nostro amico Guido Vimercati, della Vimercati Grafica di Cornate D'Adda. Cercavo un emblema distintivo che potesse definitivamente focalizzare l'attenzione sul progetto. Guido ha ascoltato le varie idee che ho proposto e le ha racchiuse in unico logo, con la lente di ingrandimento e gli occhi concentrati sui simboli distintivi di Staycollected: una casacca retro simile a quelle del grande Brasile, un pallone vintage e una figurina"

Avete raggiunto alcuni traguardi?
"La pagina Instagram ha un buon seguito, con collezionisti e appassionati che leggono e interagiscono con noi da ogni parte d'Italia e del mondo. L'interazione è senza dubbio fondamentale, così come lo è la sportività, trattando di ogni squadra e andando dunque oltre i propri colori con rispetto (sono tifoso dell'Inter).
Molti articoli/post sono stati letti dai protagonisti: campioni del calibro di Crespo, Marchisio, Caputo, il Mister della Nazionale Roberto Mancini, Vialli, Matic del Manchester United o ancora Lele Adani, Brehme e Julio Cruz hanno apprezzato i contributi dedicati a loro. Un articolo è stato anche condiviso sul sito e sugli account social dell'Empoli Fc. Classic Football Shirts, progetto "principe" del settore a livello mondiale, ha inserito la nostra collezione tra le migliori al mondo in occasione di un contest tematico"


Quali obiettivi vi siete prefissati per il futuro?
"Attualmente il sito è in manutenzione ma sarà presto nuovamente online con tante sorprese. Stiamo anche lavorando alla realizzazione di un piccolo e-commerce a tema, nella speranza di riuscire a brandizzare il progetto.
Inoltre, ci stiamo avvicinando alle squadre locali, in particolar modo ai settori giovanili con lo scopo di valorizzare il calcio dei "piccoli" contribuendo concretamente come sponsor. Il prossimo giugno sarei dovuto partire per l'Inghilterra in compagnia della USD Cornatese, nell'ambito di uno scambio culturale e sportivo con il settore giovanile del Quorn JFC, contea del Leicestershire, ma l'emergenza Covid-19 ha posticipato l'evento. Il grande sogno è aprire una mostra tematica insieme a tutto il team"


Mattia si augura che "Staycollected" possa crescere ancora attraverso la passione, la curiosità e la condivisione che lo hanno contraddistinto fino a oggi. Ringrazia i collaboratori e tutti coloro che seguono il progetto dimostrando interesse e feedback positivi.
Non rimane che seguire la sua pagina Instragram e navigare sul sito Internet non appena verrà rilanciato con tante novità.
Silvia Buzzi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco