Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 239.282.869
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 29 maggio 2020 alle 15:25

Viganò: in arrivo lo strumento nidi gratis. Dal sindaco un bilancio dell'emergenza Covid

Il primo consiglio comunale per Viganò dopo l'aggravarsi della situazione conseguente all'emergenza Covid e la progressiva ripresa delle attività avvenuta nelle ultime settimane, si è tenuto nella serata di giovedì 28 maggio in videoconferenza. Ad aprire la seduta è stato il sindaco Fabio Bertarini, il quale ha ripercorso brevemente le tappe principali della gestione da parte del Comune, partendo dal primo decreto che ha stabilito il lockdown per tutto il Paese, risalente allo scorso 1° marzo. Tre mesi d'inferno, così li ha descritti lo stesso primo cittadino, poichè la nuova situazione ha creato smarrimento e incertezze tra la cittadinanza, soprattutto tra gli anziani e i malati e ha stravolto la vita di numerose famiglie.

Il consiglio comunale svoltosi ''a distanza'' tramite videoconferenza

Il Comune si era fin da subito adoperato per erogare i buoni spesa alimentari messi a disposizione dallo Stato, per stabilire le convenzioni con i commercianti locali e per procedere alla ricerca e alla distribuzione delle mascherine, realizzando in totale tre distribuzioni, di cui l'ultima partita proprio in queste ore. Gli avvenimenti più destabilizzanti sono stati ovviamente i contagi e le tre morti registrate in paese. Dati positivi e pieni di speranza sono invece arrivati dal numero di donazioni effettuate al fondo comunale istituito per raccogliere risorse destinate al sostegno alimentare dei cittadini più in difficoltà e che è arrivato a circa 3.000 euro. "Purtroppo penso che l'emergenza andrà avanti ancora per qualche settimana, ma sono convinto che questi mesi di difficoltà siano serviti per legare ancora di più tra di loro i viganesi in un vincolo solidale. Sono molto contento dei loro comportamenti rispettosi delle regole, questo è il segno che il senso civico è ancora presente nell'anima della nostra comunità. Si può sempre migliorare ma siamo contenti di come finora abbiamo gestito l'emergenza. Voglio ringraziare in particolare i dipendenti comunali sempre disponibili, il segretario dottor Redaelli, i giovani volontari, il gruppo consiliare Lega Nord Salvini che ha donato 1000 mascherine, l'assessore Renato Ghezzi e il vicesindaco Stefano Cazzaniga che hanno sempre risposto alle richieste di aiuto, tutti i sindaci, il presidente della Provincia Usuelli e infine ringrazio il nostro prezioso collaboratore, Ugo Castelli" ha commentato il sindaco Bertarini prima di lasciare la parola al vicesindaco Cazzaniga.
Quest'ultimo ha illustrato la variazione in via d'urgenza al bilancio di previsione 2020-2022 che ha riguardato la ricezione degli 11.000 euro circa provenienti da fondi ministeriali per l'emergenza alimentare e che è stata approvata con i due voti contrari delle consigliere di minoranza. Queste risorse sono state usate quasi tutte e per usufruirne la giunta aveva già approvato un regolamento di accesso con la collaborazione dei servizi sociali del comune che ha permesso di soddisfare le domande di circa 20 utenti. Vista la situazione di emergenza, si è anche attinto in questo periodo al fondo di riserva comunale per prelevare la cifra di circa 3.000 euro da destinare all'acquisto di dispenser per gel igienizzati da mettere fuori degli edifici comunali e pannelli mobili in plexiglass.
Infine, l'ultimo punto discusso durante la seduta ha riguardato il regolamento per l'accesso alle agevolazioni per le strutture degli asili nido, che è stato approvato con l'astensione del gruppo consiliare di minoranza. L'assessore Ghezzi ha infatti spiegato che per il Comune di Viganò si è presentata la possibilità di convenzionarsi con strutture per la prima infanzia presenti sul territorio in quanto tale servizio non è presente nel territorio comunale. Il regolamento costituisce un primo atto a cui dovrà seguire una delibera di giunta per la manifestazione di interesse verso le strutture del territorio. A Viganò ci sono già alcune famiglie che hanno manifestato il proprio interesse ad aderire all'iniziativa sfruttando lo strumento Nidi gratis messo a disposizione di regione Lombardia, che permetterà al comune di richiedere quattro posti in due strutture sul territorio. In base all'ISEE di ciascuna famiglia ci sarà una quota a carico di quest'ultima e una a carico del comune per il pagamento della retta mensile, mentre per coloro che rientrano nei parametri dello strumento nidi gratis la quota sarà anticipata dal comune e poi rimborsata dalla regione successivamente.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco