Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.762.163
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 02 giugno 2020 alle 11:33

Retesalute: indicazioni di costo e operative per i centri estivi, contributi da ambito e bonus

Una breve parentesi il presidente Alessandra Colombo l'ha dedicata alla questione dei centri estivi per i quali Retesalute sta lavorando in stretta collaborazione con i comuni per offrire un servizio più che mai indispensabile per le famiglie.


E' stata elaborata una proposta con Consolida per progetti di campi estivi in ogni comunepaese Nel prospetto fornito agli enti si riporta una cifra massima che si spera poi non corrisponda al costo effettivo. Si tratta di un impianto su cui costruire i gruppi per i campi estivi e prevedere una organizzazione interna. L'ambito ha messo a disposizione 120mila euro che serviranno ad abbattere i costi pro capite, unitamente al contributo che arriverà dalla fondazione Cariplo per l'uso di dispositivi di sicurezza. Ci sarà poi una riunione con gli assistenti sociali affinchè possano informare nel miglior modo possibile i cittadini per utilizzare il bonus determinato dal ministero per i centri estivi, pari a 1200 euro a famiglia. Retesalute ha già interpellato il responsabile della sicurezza, ing. Valsecchi, per predisporre un preventivo circa una possibile consulenza da fornire a quei comuni che vorranno muoversi in autonomia con risorse proprie, come potrebbero essere associazioni sportive, per organizzare i campi ma desiderano avere la certezza che stanno operando in maniera corretta. L'azienda si occuperà così di dare la consulenza tecnica necessaria affinchè gli enti sappiano di agire in conformità alle linee guida del ministero. Le misure prevedono un triage di accoglienza, la sanificazione e pulizia di ambienti e materiali utilizzati; la dotazione di dispositivi di sicurezza. C'è poi un rapporto utente/operatore che va rispettato e che è stato così formulato: bambini dai 6 agli 11 anni, consigliato un rapporto di 1 a 7, adolescenti da 12 a 17 anni, rapporto di 1 a 10. Fondamentale la delimitazione degli spazi con il distanziamento sociale. Sarà il comune, una volta ricevuta segnalazione dell'ambiente individuato per la realizzazione del campo estivo, a doverne certificare l'idoneità dunque verificarne la metratura sufficiente, l'areazione, eccc I preventivi proposti sia per il part time che per il tempo pieno non prevedono i costi per i dpi e i prodotti igienizzanti per gli iscritti, la sanificazione degli ambienti e dei materiali, lo smaltimento dei rifiuti, la mensa.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco