Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 231.127.776
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 giugno 2020 alle 14:07

Garbagnate M.ro: il consiglio approva i provvedimenti d’urgenza e il consuntivo

Consiglio comunale tecnico quello che si è tenuto ieri sera a Garbagnate Monastero. Un'assise che ha avuto luogo in presenza, con i posti disposti in base alle norme in materia di contenimento del coronavirus. L’amministrazione, dopo aver osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus, ha approvato due variazioni di bilancio approvate già in precedenza dalla giunta che, come spiegato dal vicesindaco Ilaria Villa, si sono rese necessarie per affrontare il periodo di emergenza. 



Tra le entrate ci sono 13.665 euro per il fondo di solidarietà alimentare, 13.800 euro per un’entrata demaniale, 3.789 euro per la sanificazione, 419 euro per la polizia locale. A questi va aggiunto un contributo di 100.000 euro proveniente da Regione Lombardia che l'amministrazione utilizzerà per l’intervento di effecientamento energetico dei pali stradali già in atto. Ci sono poi 5.850 euro di minori entrate a seguito del mancato utilizzo degli impianti sportivi.


Tra le principali uscite ci sono 2.000 euro per la polizia locale, 8.700 euro per la messa in sicurezza della scuola secondaria di Molteno con il supporto di telecamere e il posizionamento dell’antifurto, oltre a 4.700 euro per la viabilità e le infrastrutture, 11.000 euro di rimborso dei tributi comunali e 3.800 euro per il rimborso delle rette di trasporto scolastico (i genitori avevano pagato la mensilità estesa per tutto l’anno, ma per gli ultimi mesi non hanno usufruito del servizio). Villa ha poi sottolineato una minore uscita di 800 euro relativa all’impianto di illuminazione “a dimostrazione che l’efficientamento sta funzionando”.
Critico sulle spese il consigliere di opposizione Gianpaolo Magli secondo cui “i soldi per le urgenze sono stati utilizzati senza motivazioni”.


Il consigliere, inoltre, ha rilevato come, dopo lo scioglimento della convenzione per la polizia locale, l’amministrazione abbia dovuto mettere a bilancio risorse aggiuntive ma, come puntualizzato dal vicesindaco, i 2.000 euro inseriti a bilancio sono serviti per il rifacimento della divisa del nuovo vigile subentrato dopo il pensionamento di Fisichella.
Su questi punti, l’opposizione si è spaccata in fase di voto: Magli ha espresso voto contrario, Francesca Fornoni si è astenuta mentre la capogruppo Elisabetta Rigamonti ha approvato le due variazioni, una di aprile e l'altra di inizio maggio.


Aprendo l’approvazione del rendiconto del 2019, il vicesindaco Villa si è soffermata su una slide che mostrava l’andamento del saldo cassa negli ultimi quattro anni, dal 2015 al 2019: "A partire dal 2016, quando il comune è arrivato ad avere un fondo cassa di 1.830.236 euro, la curva è progressivamente scesa arrivando a 576.532 euro".
Il sindaco Mauro Colombo ha poi proseguito con l’esposizione del consuntivo che, alla fine dello scorso anno, presentava un avanzo di 599.761 euro. Nel dettaglio la quota degli accantonamenti è di 223.460 euro, la parte vincolata di 123.874 euro, la quota destinata agli investimenti ammontava a 64.796 euro e la parte disponibile a 187.630 euro.


Il consigliere Magli anche in quest’occasione ha espresso voto contrario “per motivazioni inerenti alle decisioni prese dallo stesso consiglio comunale che ritengo non congrue e prioritarie alla gestione del comune, lasciando delle carenze”. Tra queste la mancanza di commissioni sul bilancio e sul piano di governo del territorio, la carenza del marciapiede in frazione Ruscolo, in aggiunta a dubbi sullo scioglimento della convenzione di polizia locale e sul piano di alienazione delle vecchie scuole. Il consigliere ha poi fatto riferimento alla “carenza” del piano di viabilità a Brongio e alle intenzioni dell’amministrazione sul PGT. “Il conto consuntivo è un documento di contenuto fortemente politico che permette di esercitare l’attività di indirizzo e controllo” ha proseguito. “Ritengo doveroso avere spiegazioni e documentazione in riferimento all’incremento di quasi il 100% dei residui attivi, con una cifra esponenziale di 598.535 euro”. Per il responsabile di servizio Ivo Romanò, presente in aula, quest’ultima cifra comprende l’evasione tributaria che deve essere riscossa dal comune.
Le due college Rigamonti e Fornoni hanno preferito astenersi in fase di voto: “Come minoranza, vorremmo una commissione bilancio sia politica che tecnica perché vorremmo avere, insieme a voi, la possibilità di verificare determinati investimenti e iniziative. Rinnoviamo l’invito a pensare a una soluzione per la commissione”.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco