Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.333.255
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 giugno 2020 alle 08:31

Costa: contributo di 150.000€ al Comune per riqualificare un immobile confiscato

Riqualificazione del magazzino del comune di Costa Masnaga grazie a un contributo di Regione Lombardia. Il finanziamento, che riguarda 17 immobili su 1.879 presenti su tutto il territorio regionale, riguarda uno stabile sequestrato alla criminalità organizzata.
Nel caso specifico, si tratta dell'immobile sito in via Cadorna - alle spalle dell'edificio in uso all'associazione La Speranza, con il quale forma un unico complesso - che da vent'anni è di proprietà comunale. Lo stabile, di circa 300 mq, era stato oggetto di confisca insieme al terreno al parco di Brenno, dove l'amministrazione aveva poi realizzato un parco giochi per bambini e un campo di pallacanestro per i più grandi. Ancora oggi, il parco giochi è uno degli spazi più frequentati insieme a "Macholandia", favorito dalla sua posizione immersa nel verde e lontana dalle strade.

"Lo stabile in via Cadorna ci era stato dato con la possibilità di realizzare un ricovero per anziani, ma non era possibile e così era stata approvata la nostra richiesta per fare un magazzino" ha spiegato il capogruppo Umberto Bonacina.
L'amministrazione quest'anno ha avanzato alla regione la richiesta di contributo, assegnato a copertura integrale, ovvero per il 90% del progetto. Il piano dei lavori ammonta a 150.000 euro, di cui 135.000 euro saranno coperti dal contributo regionale e 15.000 euro da casse comunali anche se, con ogni probabilità, questa cifra potrà ridursi ulteriormente per i ribassi di gara. Il finanziamento è messo a disposizione spalmato su un biennio: la metà della cifra verrà assegnata all'inizio dei lavori, che dovranno cominciare entro sei mesi e l'altra quota alla rendicontazione, ovvero alla conclusione dei lavori, previsti entro la fine del 2021.
"Andremo a sostituire il tetto, faremo l'intonaco su pareti, metteremo nuovi serramenti e una nuova pavimentazione. Noi lo utilizzano come magazzino: vedremo se con successivo bando riusciremo a sistemare l'abitazione lì vicino" ha concluso Bonacina.
In Lombardia ci sono più di 1.800 immobili sequestrati alla criminalità organizzata e solo 17 hanno avanzato la richiesta di
Umberto Bonacina
contributo che complessivamente alle casse regionali pesa per 1.000.359 euro. Tra questi c'è appunto anche il magazzino di Costa, unico comune della Provincia di Lecco e il solo con meno 5.000 abitanti ad avere ottenuto queste risorse.
"Si tratta di un importante segnale che diamo al territorio. Ogni immobile ridato alla comunità è un messaggio chiaro: lo Stato vince sempre contro le organizzazioni criminali" ha commentato in proposito l'assessore regionale alla sicurezza, polizia locale ed immigrazione, Riccardo De Corato.
Nel 2018, l'amministrazione regionale aveva firmato, presso il palazzo di giustizia di Milano, un protocollo d'intesa per la gestione e lo sviluppo dei beni e delle aziende sequestrate e confiscate. "Con quel documento ci eravamo posti l'obiettivo della realizzazione di un tavolo tecnico per la verifica delle modalità adottate nella gestione dei beni sequestrati e confiscati, la salvaguardia e la gestione ottimale dei beni affinché fosse favorita una loro destinazione sociale virtuosa in tempi rapidi e la tutela dell'unità aziendale e dell'occupazione nelle aziende confiscate. A distanza di due anni, possiamo dire, che quell'obiettivo è stato raggiunto".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco