Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 231.300.548
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 29 giugno 2020 alle 17:34

Monticello: approvato il bilancio 2019 della RSA. Si spera di riattivare a breve gli ingressi

Il sindaco Alessandra Hofmann
in un'immagine di repertorio
È stato approvato all'unanimità dal consiglio comunale di Monticello, il conto consuntivo 2019 della Casa di Riposo.
Ad illustrare i dati è stato il sindaco Alessandra Hofmann, che ha iniziato col dire che l'anno scorso si è chiuso per la struttura con un utile di 6.000 euro che avrà ovviamente un impatto anche sul bilancio comunale. Le quote maggiori delle entrate sono state dovute principalmente alle rette degli ospiti, circa 2 milioni e 600.000 euro, ai posti autorizzati per 155.000 euro e al trasferimento regionale di circa 1 milione di euro. I proventi del servizio di assistenza a domicilio sono invece ammontati a 78.000 euro mentre l'erogazione giornaliera dei pasti esterni ha incassato 38.000 euro e rispetto all'anno precedente il servizio viene ora offerto solo ai residenti di Monticello, che oggi sono 17 utenti. Si è poi verificato un declassamento dei trasferimenti regionali di circa 25.000 euro, dovuto alla riorganizzazione delle classificazioni da parte di regione Lombardia che prevede ora condizioni più stringenti per l'erogazione delle risorse. Si sono verificati anche maggiori costi per l'acquisto di medicinali, per circa 65.000 euro e quindi 11.000 euro in più rispetto all'anno precedente, poiché le caratteristiche degli ospiti negli anni vanno cambiando e al momento dell'arrivo in struttura spesso presentano situazioni già compromesse. Si è invece ottenuto un risparmio di 9.000 euro su alcuni prodotti e materiali sanitari che sono costati 5.000 euro e minori risorse impiegate si sono potute utilizzare anche per la sanificazione e la pulizia, poiché si tratta di un appalto nuovo che permette di godere di uno sconto iniziale. Un incremento di spese si è verificato poi per via dell'uso dell'energia elettrica, con 11.000 euro in più, mentre il reparto verde e azzurro hanno avuto un costo complessivo di 684.000 euro da destinare alla cooperativa che si occupa di gestire le attività di questi settori. Infine le spese per il personale sono ammontate a circa 1 milione euro e quindi il TFR complessivo per la struttura al termine del 2019 si attesta attorno ai 873.000 euro.
Nell'esprimere il proprio voto favorevole, il consigliere di minoranza Ausilia Fumagalli ha commentato la propria intenzione di voto facendo riferimento alla relazione positiva stilata dal rappresentante del gruppo di opposizione all'interno del cda della Casa di Riposo che ha convinto i consiglieri circa l'opportunità di votare in maniera favorevole vista la trasparenza e la chiarezza dei dati di bilancio. Il discorso, nell'opinione della consigliera, sarà ovviamente diverso e più problematico per quanto riguarda il bilancio dell'anno 2020, a causa del mancato introito delle risorse delle ormai 4 rette mensili da parte dei 30 ospiti che purtroppo sono venuti a mancare durante l'emergenza.
Il sindaco Hofmann sul punto ha infatti precisato che il primo trimestre dell'anno dovrebbe comunque chiudersi con un pareggio di bilancio, ma la situazione sarà radicalmente diversa per ciò che concerne le ultime mensilità, quando sono venuti a mancare circa 60.000 di entrate. Il primo cittadino ha comunque precisato che la Casa di riposo sta lavorando per produrre un protocollo da inviare ad ATS per attivare gli ingressi, e quindi i posti vacanti dovrebbero essere coperti abbastanza velocemente, visto anche il numero crescente di richieste.
La situazione in paese fa infatti ben sperare che il peggio sia passato perché risultano positivi solo due persone e nessun cittadino si trova in sorveglianza attiva. Il sindaco, al termine del proprio intervento ha colto l'occasione per ringraziare pubblicamente i colleghi, i volontari, gli operatori sanitari, le famiglie e tutti coloro che hanno dato il proprio contributo in un modo o nell'altro per affrontare insieme l'emergenza Coronavirus, sia attraverso l'impegno quotidiano, sia con una piccola donazione sul fondo di solidarietà comunale.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco