• Sei il visitatore n° 361.060.997
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 30 giugno 2020 alle 14:54

Sirone: variazioni di bilancio e approvazione del consuntivo

Consiglio comunale prettamente tecnico quello che si è svolto lunedì 29 giugno a Sirone. Via libera a una variazione del bilancio nella quale ci sono stati alcuni spostamenti per togliere le spese che non verranno portate a termine entro l'anno e implementare invece quei capitoli sui quali vi era necessità. Si tratta, come esposto dall'assessore alla partita Dario Corti, di cifre tutto sommato contenute.

Il sindaco De Capitani al centro fra l'assessore Corti e il segretario Mastronardi

Sulle entrate si registra una variazione in aumento per 31.800 euro e in diminuzione per 26.000 euro. Le riduzioni in entrata riguardano Imu, Tasi e i proventi della palestra per il mancato utilizzo da parte delle società sportive, mentre sono stati inseriti due contributi statali rispettivamente di 22.000 euro e 5.000 euro, che sono serviti a coprire i costi del centro estivo, cominciato proprio ieri per i 32 bambini iscritti. "La difficoltà nel farlo partire è stata tanta: era auspicabile che l'andamento della situazione dei contagi portasse a dei cambiamenti sulle regole. All'inizio c'erano tantissimi paletti che spingevano a non organizzarlo ma, grazie al lavoro di Giovanna Sala e Tiziana Pelucchi, siamo riusciti ad attivarlo" ha precisato il sindaco Emanuele De Capitani.
Ci sono poi maggiori entrate di 4.500 euro per somme anticipate a cittadini ricoverati in Rsa e una minore entrata relativa al trasporto scolastico che non è stato effettuato negli ultimi mesi.
Sul lato delle uscite, figurano le spese per la realizzazione del centro estivo e per acquistare il materiale legato all'emergenza Covid per 2.500 euro. Minori spese, invece, riguardano la palestra che in questi mesi è rimasta chiusa e l'organizzazione del giugno sironese.
L'amministrazione comunale ha poi approvato il rendiconto del 2019, documento che deve passare dal consiglio entro il 30 giugno. Il fondo di cassa al primo gennaio 2019 era di 253.000 euro, mentre al 31 dicembre il saldo cassa ammontava a 222.000 euro. 40.000 euro è la quota accantonata per il fondo crediti dubbia esigibilità. Le partite accantonate sull'avanzo ammontano a 52.000 euro, mentre la disponibilità di avanzo con cui si è chiuso l'anno era di 172.000 euro. Quanto agli investimenti, sono stati di 100.000 euro e hanno riguardato, per 50.000 euro ciascuno, il completamento del marciapiede su via Brambilla e il rifacimento dei serramenti della scuola primaria.

Il consigliere Ernesto Viganò ha poi illustrato il nuovo regolamento dell'IMU che ha integrato i nuovi riferimenti normativi. Con la legge di bilancio statale del 2019, è stata modificata la IUC: abolita la tassa sui servizi indivisibili (Tasi), Imu e Tari (imposta sui rifiuti) sono state accorpate. "Il regolamento riprende quanto contenuto nella legge di bilancio, compreso quanto c'era già nel nostro paese, la possibilità di prevedere un'aliquota agevolata per le abitazioni concesse in comodato a figli o genitori e l'esenzione dall'Imu per i terreni agricoli.
L'ultima novità è relativa alla Tari. "A seguito della straordinarietà della situazione, hanno permesso che si adottassero le tariffe del 2019, anche in virtù della non approvazione del piano finanziario dei rifiuti, per capire quali saranno i costi effettivi" ha riferito l'assessore Corti.

M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco