Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.492.796
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 05 luglio 2020 alle 18:35

Nibionno: il comune investe 2.000.000 € in opere. Il sindaco: ''Stimolata l’economia''

Investimenti in opere pubbliche per oltre 2 milioni di euro. É quanto approvato dall'amministrazione comunale di Nibionno che, nella serata di venerdì 3 luglio, si è riunita in consiglio per portare all'approvazione una consistente variazione di bilancio.

Il consiglio comunale riunito l'altra sera in comune

A illustrare le modifiche sul documento contabile dell'ente, l'assessore alla partita Marta Casiraghi. Tra le spese correnti, per variazioni in entrata di circa 57.000 euro, figurano un contributo statale di quasi 50.000 euro, 7.500 euro provenienti dallo stato e dirottati sul centro estivo. Ci sono riduzioni sul concorso della spesa per gli alunni (-7.000 euro), sul centro estivo (-2.000 euro), sull'utilizzo degli impianti sportivi (-7.000 euro) e sulla tassa per l'occupazione del suolo pubblico (-1.000 euro). Voci in positivo riguardano il dividendo di Lario Reti Holding per 6.000 euro e il credito del rimborso dell'Iva per 10.000 euro.
Veniamo ora al capitolo relativo agli investimenti, ricco di voci. Le uniche minori spese sono quelle di 8.000 euro che tradizionalmente venivano assegnati alla parrocchia per gli oratori (quest'anno sono stati girati sul capitolo del centro estivo organizzato dal comune) e quella sulla tassa dei rifiuti. il comune ha infatti previsto uno sconto di 20.000 euro da assegnare alle attività che non sono rimaste aperte nel periodo di emergenza sanitaria.

Da sinistra l'assessore al bilancio Marta Casiraghi, il sindaco Claudio Usuelli e il segretario, la dottoressa Maria Nunziata

Quanto alle altre spese per investimenti, figurano 15.000 euro per il riscatto dei 150 pali di Enel sole (quando torneranno di proprietà comunale, verrà attivata una convenzione per posizionare le luci a Led che porteranno a un risparmio su tutto il territorio), 10.500 euro per la sostituzione delle tende alla palestra di Tabiago, 15.000 euro per il posizionamento di luci Led alla biblioteca, 9.500 euro per la manutenzione di parchi e giardini pubblici. Voci più ampie riguardano la messa in sicurezza del municipio grazie a un contributo statale (20.000 euro) e la spesa per le prestazioni professionali. Il programma degli incarichi per il 2020, di circa 22.000 euro, comprende la consulenza di tecnici esperti per commissioni di gara e legali per questioni attinenti la vita e il funzionamento del comune. "Abbiamo ricevuto un ricorso al Tar per il piano di governo del territorio (Pgt): il legale ci ha detto che è confidente nell'esito positivo per comune, ma non è ancora stata fissata l'udienza".
Le spese già importanti riguardano l'utilizzo dell'avanzo di amministrazione vincolato dai fondi viabilità per 187.000 euro: 160.000 euro è la quota destinata rimettere la passerella sulla strada provinciale 342 mentre 27.000 euro saranno spesi per il posizionamento della nuova segnaletica. "La passerella sulla Provinciale l'abbiamo tolta perché non era più in sicurezza. Abbiamo già un preventivo di massima della spesa ed entro fine anno dovremmo ripristinare il nuovo tronco" ha riferito il vicesindaco Giovanni Bisanti Panzuti.

Per i campi di calcetto al centro sportivo di Tabiago, il comune ha dovuto stanziare 150.000 euro in più per coprire spese inizialmente non previste, arrivando così a una base d'asta di 660.000 euro. "I campi che andremo a realizzare sono due: quello sotto è solo per il calcetto, mentre l'altro resta a uso polivalente. Andremo anche a realizzare spogliatoi dedicati all'esterno" ha spiegato Panzuti. "L'aumento di spesa è legata al posizionamento di una caldaia. In una prima fase, pensavamo di far funzionare il riscaldamento con la stessa caldaia della palestra ma, dopo una valutazione, abbiamo ritenuto di metterne un'altra, anche per non creare problemi quando le docce sono in funzione".

Il vicesindaco ha fatto il punto su altri due interventi programmati dall'amministrazione: sono stati appaltati i lavori di ampliamento al cimitero di Tabiago che prevedono l'apertura del cantiere entro la fine del mese per la realizzazione di otto cappelle e 38 loculi. Quanto invece all'installazione di 54 nuove telecamere, lunedì terminerà il bando di gara, che parte da una base d'asta di 180.000 euro. I nuovi apparecchi verranno posizionati nelle vie centrali del paese, con particolare riguardo agli incroci stradali. Questo intervento con ogni probabilità sarà coperto dal contributo regionale per il Covid di 200.000 euro che potrà essere utilizzato per opere il cui cantiere sarà aperto entro il 31 ottobre.
È invece terminata la riqualificazione della palestra della scuola primaria di Nibionno: grazie a un finanziamento regionale, è stato messo il cappotto e rifatto il tetto.

Primo a sinistra il vicesindaco Giovanni Bisanti Panzuti

"Si è parlato tanto di investimenti e noi abbiamo stimolato l'economia in modo importante" ha commentato il sindaco Claudio Usuelli. Tra passerella sulla SP342, cimitero, campi da tennis e telecamere, il comune ha investito 1.050.000 euro
L'amministrazione è ora in attesa dell'ultima firma, che dovrebbe giungere entro la fine del mese, per poter partire con l'iter della passerella a scavalco della statale 36 del lago di Como e dello Spluga, che parte da una base di un milione di euro: un'opera destinata sì a pedoni e biciclette ma con un calibro tale da poter assicurare il passaggio di mezzi di soccorso. "Abbiamo messo sul piatto 2.050.000 euro per opere che riteniamo importanti per il comune. Sono soddisfatto perché riusciamo a portare avanti opere che c'eravamo prefissati dal primo mandato, nel 2011" ha aggiunto il primo cittadino. "L'unica preoccupazione e spero di non essere smentito, è sull'appalto della ciclopedonale SS36 che, visto il tipo di investimento, può fare arrivare qualcuno che non completa o interrompe l'opera: spero non succeda qui, ma nemmeno su altre opere che abbiamo in programma".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco