Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.491.238
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 06 luglio 2020 alle 18:36

Nibionno: ai funerali di Davide la parola ai compagni. ''Ti ricorderemo felice, solare e sognatore''

Commozione e dolore, ma anche tanta gratitudine, per aver conosciuto un ragazzo davvero speciale. Si respiravano questi sentimenti oggi pomeriggio a Tabiago di Nibionno, in occasione dei funerali di Davide Di Carlantonio, il giovane di soli 19 anni improvvisamente mancato nella mattinata di sabato a seguito di un grave malore che non gli ha lasciato scampo.

In tantissimi hanno voluto sostenere mamma Anna, papà Fabio, le sorelle Gloria, Sara e tutti i familiari del 19enne che non più di una decina di giorni fa aveva sostenuto l'esame di maturità all'istituto Greppi di Monticello, diplomandosi al chimico, l'indirizzo che aveva orgogliosamente frequentato.
Sono stati proprio i suoi compagni di classe, in chiusura di cerimonia, a leggere dall'altare una lettera che avevano preparato per Davide, rappresentante di classe, e che gli avrebbero consegnato alla pizzata di fine anno. Una missiva ironica, nel quale lo ringraziavano per l'encomiabile ruolo svolto, ipotizzando (in maniera scherzosa) addirittura la realizzazione di una statua o di un busto in marmo a lui dedicato, da installare all'interno della scuola. Alla lettura del ''pensiero'' sono seguite poi altre parole scritte per l'amico, strappato alla vita troppo presto.

''Oggi siamo qui per ringraziarti, non solo per tutto ciò che hai fatto come rappresentante ma anche come amico. In primis ti ringraziamo per averci trasmesso ogni giorno con il sorriso sul viso, il tuo amore incondizionato per la vita, anche se questa a volte incalzava con sfide sempre più difficili, che hai sempre guardato negli occhi e affrontato a testa alta. Ti ringraziamo per tutte le parole di conforto che sei riuscito a darci. Ricordiamo con commozione l'amore per la nostra scuola e per la chimica, la materia che più ti appassionava. Aspiravi a lavorare nell'ambito medico e farmaceutico, ti eri iscritto in università e avevi comprato un sacco di libri. Siamo sicuri che i tuoi sogni siano più vivi che mai. Se mai un giorno riusciremo a realizzarli al tuo posto, lo faremo anche per te, perchè un sogno è per sempre. Ti vogliamo ricordare così: felice, solare, un po' sognatore. Ciao Davide, grazie di tutto'' le parole lette da un compagno di classe a nome di tutta la 5KA.

A celebrare la funzione è stato il parroco don Luigi Bianchi, che nell'omelia ha tentato di trovare una spiegazione rispetto alla tragica scomparsa del 19enne, affidandosi alle letture e alla fede in Dio. ''Hai preso Davide con te e vogliamo che tu lo possa amare molto'' ha detto il sacerdote rivolgendosi al Signore Gesù, parlando di una realtà ''dura, crudele e assurda. Non c'è solo dolore, ma dolore della morte, tutti noi siamo nati per vita e gioia. Nella nostra mente non c'è spiegazione, in quella di Dio sì. Altrimenti che Dio sarebbe?'' ha aggiunto don Luigi citando infine Ennio Flaiano e la sua esperienza di vita.
Al termine della funzione gli amici di Davide hanno liberato in cielo, sul sagrato della chiesa, dei palloncini bianchi e arancioni e una grande D, la lettera iniziale del suo nome. I familiari più stretti invece, l'hanno accompagnato al cimitero, nel suo ultimo viaggio terreno.

Per visualizzare i ricordi dedicati al 19enne da insegnanti e preside del Greppi clicca QUI
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco