Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.686.812
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 08 luglio 2020 alle 08:47

Colle B.: chiuso Esperidi 2020. ''La cultura, grande ricchezza''

Si è concluso nello scorso fine settimana il Festival “Giardino delle Esperidi” edizione 2020. L’importante rassegna teatrale è stata organizzata da Campsirago Residenza e da diversi anni ha rilevanza a livello nazionale. Il calendario ha visto diversi spettacoli, con una particolare attenzione alla sperimentazione. Quest’anno il festival è infatti stato intitolato “Esperidi on the Moon” e ha avuto un particolare obbiettivo, come ha spiegato il direttore artistico Michele Losi: «trasformare il concetto stesso di festival, in una sperimentazione realmente inedita, verso nuove forme del farsi comunità».


Michele Losi e Tiziana Galbusera

Una scelta difficile, quella di realizzare la manifestazione dopo la fase più acuta della pandemia, ma che ha comunque consentito di cogliere risultati positivi. Si è trattato di una sfida riuscita, come ha anche ricordato anche il sindaco di Colle Brianza, Tiziana Galbusera, che presente alla cerimonia finale ha dichiarato: «Esperidi on the Moon è stata una scelta coraggiosa in questa epoca di emergenza sanitaria, una scelta positiva» aggiungendo «mi è piaciuta la definizione che avete dato a questo festival, quando parlate di prendere coscienza della fragilità dell’essere umano in questo nuovo mondo e dell’urgenza di rinsaldare il rapporto spezzato con il nostro pianeta e con la natura».


Il sindaco Galbusera ha poi ricordato l’importanza di Campsirago Residenza e del suo collettivo di artisti per il territorio di Colle Brianza e l’indispensabilità della cultura e del suo ruolo all’interno della società. «La cultura di un paese – ha ricordato il primo cittadino - è tra le più grandi ricchezze che ha, la capacità di creare, di fare, di tramandare tradizioni, le abilità artistiche sono vere risorse a cui dobbiamo fare appello per costruire un futuro migliore».
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco