Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.358.537
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 16 luglio 2020 alle 14:15

Barzanò: lavori al Parini per la ripresa delle lezioni a settembre

Se l'anno scolastico 2018/2019 ha rappresentato per il Liceo Parini un anno di celebrazioni e iniziative speciali per i 40 anni della scuola, quest'anno appena concluso con gli esami di maturità è stato decisamente diverso dagli altri: come tutte le scuole, anche quella barzanese ha dovuto fronteggiare l'emergenza Covid-19 e le sue implicazioni.
Dopo quasi 5 mesi di didattica a distanza, i ragazzi del quinto anno sono tornati a scuola per svolgere l'esame di stato con una prova orale: i risultati sono stati ottimi, con due eccellenze da cento e sicuramente sono indice di una preparazione che, seppur a distanza, si è rivelata molto efficace.

Fortunatamente, il liceo era già dotato degli strumenti informatici per la didattica online in presenza e a distanza regolarmente utilizzati da studenti e docenti, tutti dotati di device personali.
"A distanza di quasi 5 mesi, possiamo affermare con certezza che questa emergenza ha cambiato il modo di fare scuola e tutti i nuovi strumenti usati possono essere risorse per integrare e variare la didattica tradizionale. La didattica a distanza ci ha insegnato a lavorare molto bene organizzando soprattutto le attività a piccoli gruppi favorendo la personalizzazione dell'insegnamento. Il 1 settembre riapriremo le porte della scuola e potremo rivedere, a distanza di sicurezza, tutti i nostri alunni: la didattica a distanza non ha sostituito e non può sostituire il contatto umano" commenta la preside Maria Paola Calderara.
Il Liceo Parini riapre quindi il 1 settembre garantendo il distanziamento sociale con l'adozione delle seguenti misure: banchi singoli e dispositivi di protezione individuale per ogni alunno. Il numero di studenti per classe e la dimensione delle aule consentiranno lo svolgimento delle lezioni in totale sicurezza. I primi 4 giorni di settembre saranno dedicati all'accoglienza e alla formazione riguardo le norme di comportamento fissate dai decreti. Saranno regolamentati gli ingressi e le uscite e i momenti di "socializzazione controllata" dei ragazzi.
"Si tratta di 4 giorni propedeutici all'avvio dell'anno scolastico per consentire una ripresa in totale sicurezza e per abituarci di nuovo al contatto umano, seppur con qualche cambiamento" aggiunge la preside.

"Abbiamo la fortuna di disporre di tutto lo spazio necessario: mai come ora, lo spazio è un vero e proprio dono. Oltre a consentirci di insegnare in presenza e a distanza, permetterà di riattivare tutte le iniziative sospese, quali ad esempio il Parini Mediaforum, il laboratorio di teatro ed i progetti multimediali a cui i nostri ragazzi sono molto affezionati. Inoltre stiamo allestendo una nuova area polifunzionale con arredi ad hoc per le attività didattiche curricolari ed extracurricolari con isole di lavoro e supporti tecnologici" dichiara Franca Colombo, presidente della Fondazione Don Giuliano Sala.
Una vera e propria rivoluzione con spunti di innovazione e di riqualificazione della scuola e dei suoi spazi, preludio alle novità tematiche e dell'offerta formativa che caratterizzeranno i prossimi mesi.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco