Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.015.861
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 20 luglio 2020 alle 14:21

Castello B.za: vandalismi al parco di via Monti, monitorato per gli assembramenti

Si sono manifestate alcune problematiche fra i frequentatori del parchetto di via Monti a Castello di Brianza. La struttura è stata parzialmente rinnovata lo scorso anno con l’installazione di porte da calcio e canestri nuovi. Proprio i canestri indispensabili per il gioco del basket sono stati, già in due occasioni, danneggiati. Di quella che pare essere, in ordine di tempo, l’ultima azione vandalica, il comune ha avuto notizia solo la scorsa settimana. «Provvederemo quanto prima a sostituirlo» ha spiegato il sindaco Aldo Riva in un comunicato, facendo riferimento al canestro danneggiato. Presso l’area di via Monti sembrerebbe anche essere nato un problema di “convivenza” tra un gruppo di ragazzi, fra cui «alcuni maggiorenni provenienti anche da altri paesi» e dei più giovani ragazzini. I primi «non consentirebbero» ai secondi di utilizzare il campo da calcetto. La Polizia Locale di Castello Brianza sta effettuando dei sopralluoghi periodici per monitorare la situazione. La zona è attenzionata anche dallo stesso sindaco Riva che si reca presso il parco con una cadenza di «almeno una o due volte al giorno» per verificare con mano quanto accade. Se la situazione non dovesse rientrare l’amministrazione comunale valuterebbe un intervento più risoluto. A destare preoccupazione è anche l’affollamento di ragazzi che si crea durante alcune ore della giornata. Inoltre, alcuni di queste persone «non portano la mascherina» ha avuto modo di chiarire lo stesso sindaco. Fra i provvedimenti ipotizzati - ha sottolineato Riva con una certa dose di amarezza per la situazione che si è venuta determinando – vi è anche la chiusura per motivi di sicurezza dell’area.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco