Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.397.527
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 22 luglio 2020 alle 08:23

Annone: approvate le tasse e l’avanzo, alto per la minoranza

Approvate le aliquote delle tasse ad Annone Brianza e una variazione al bilancio di previsione al consiglio comunale di lunedì 20 luglio.
Nel mese di dicembre 2019 sono stati prelevati 5.075 euro dal fondo di riserva per sostenere le spese del servizio di vigilanza, del riscaldamento e dell’illuminazione della scuola primaria e della manutenzione degli immobili comunali.
Sul bilancio di previsione figurano, tra le minori spese, l’utilizzo di personale da altri enti, la fornitura di buoni alimentari per l’emergenza coronavirus e i servizi di panificazione e disinfestazione. Nel capitolo delle maggiori entrate, per complessivi 18.000 euro, ci sono i trasferimenti del ministero per i buoni alimentari e la sanificazione, oltre a un contributo straordinario per la pulizia dei locali.
Approvato poi anche il rendiconto 2019 con un avanzo di amministrazione  di 523.587 euro, una leggera riduzione rispetto al 2018, quando si attestava a 529.000 euro. Nel 2017 l’avanzo ammontava a 684.000 euro. “Ringraziamo per il clima di collaborazione che c’è con il gruppo di maggioranza, ma secondo noi i soldi vanno spesi e la somma è ancora alta. Non siamo completamente contrari. Nei mesi del Covid, comunque, abbiamo dimostrato di essere un comune che funziona bene” è il pensiero di Federica Bartesaghi, capogruppo di Annone nel cuore, motivando così il voto di astensione della sua squadra.
Dopo l’approvazione all’unanimità delle forze politiche del nuovo regolamento Imu che prevede l’incorporazione della Tasi (tassa sui servizi indivisibili), sono state approvate le relative aliquote che tengono conto dell’unione dei due tributi. Per l’abitazione principale è il 5,25x1000; per i fabbricati rurali ad uso strumentale l’1x1000; per i fabbricati destinati alla vendita il 2,5x1000; per i fabbricati D il 10,30x1000 mentre sono esenti i terreni agricoli. Il gruppo di opposizione ha chiesto la distribuzione di un volantino informativo ai cittadini: “Visto che le due tasse vengono incorporate, è meglio evitare che a dicembre uno si trovi la sorpresa. Per noi è meglio pubblicare un volantino semplice, ma che riassuma tutto” ha chiesto la minoranza che ha invece espresso un voto contrario sulla tassa rifiuti, le cui aliquote sono rimaste invariate rispetto al 2019. “Siamo per la tariffazione puntuale” ha dichiarato Bartesaghi. “Vedremo come vanno gli altri comuni che la stanno per introdurre, poi lo faremo anche noi. Al momento vedo un pò di squilibrio perché viene fatta la media del peso del sacco ritirato” ha replicato il sindaco Patrizio Sidoti.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco