Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.007.346
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 luglio 2020 alle 14:59

Missaglia: da Paola Riva un'opera sul Coronavirus

Interessante opera di pittura, l'ultima realizzata in termini di tempo dall'affermata artista di Galbiate Paola Riva, in tema con il drammatico momento che stiamo vivendo, e cioè la difficile convivenza con Covid-19, opera intitolata significativamente dalla pittrice "Panta Rhei", vale a dire "Tutto Scorre", motto filosofico del grande pensatore greco Eraclito, in antitesi all'altro grande filosofo dell'epoca Parmenide, sostenitore invece dell'Essere in quanto tale e non del Divenire.

La donna ritratta da Paola Riva mostra i segni evidenti del contagio e della mascherina, entrambi elementi quotidiani del nostro tempo, ma la sua forte espressività e la fierezza dello sguardo vanno nel senso della positività e dell'ottimismo.
Paola Riva, dopo avere ottenuto un importante riconoscimento al decimo concorso di pittura provinciale promosso da CIF, il Centro Italiano Femminile di Colico, si è vista assegnare in Toscana anche il diploma d'onore con menzione d'encomio per la pittura alla quinta edizione del Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti di Serravezza in provincia di Lucca, con l'opera "La Dea Afrodite".

Paola Riva

Di Paola Riva, formatasi alla Scuola d'Arte "G. Castellini" di Como, associata prima al G.A.O. a Olate di Lecco e poi alla Bottega dell'Arte di Missaglia, seguita dall'apprezzata maestra di pittura Olena Khudoley, il critico d'arte Silvano Valentini sottolinea "l'indubbia grazia estetica, dalle eleganti atmosfere classiche di una volta quanto di moderna concezione esecutiva, piacevoli e significative allo stesso tempo, intese a scrutare nel più profondo dell'animo umano, in particolare di quello femminile, alla ricerca degli impulsi più autentici del nostro vivere quotidiano, come deve fare l'arte nella pienezza del suo mandato".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco