Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 262.357.095
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 28 luglio 2020 alle 17:39

Missaglia: ''incursioni'' e gare di basket proibite nel nuovo parco a Contra, ancora chiuso

Partite ''abusive'' nell'impianto sportivo di Contra a Missaglia, i cui lavori sono ormai in dirittura d'arrivo. Ignoti nei giorni scorsi hanno più volte sollevato la rete di cantiere per infilarsi all'interno del nuovo e tecnologico parco giochi realizzato al posto degli ex campi da tennis, tra Via Cantù e Via dei Cacciatori.

Un paio di immagini della nuova area sportiva di Contra


''E' successo almeno due, tre volte, soprattutto la sera e nel fine settimana. Oltre alle partite da basket non autorizzate poichè l'area non è mai stata aperta al pubblico, abbiamo notato che sono stati utilizzati anche i giochi installati per i più piccoli'' ci ha detto il sindaco Bruno Crippa, precisando che sono stati alcuni residenti a segnalare le presenze non autorizzate. Per fortuna, al di là delle incursioni non consentite, non sono stati arrecati danni nè vandalismi ai danni delle strutture del parco missagliese, che dovrebbe aprire i battenti entro la fine del mese di settembre.
A febbraio si era infatti chiuso il primo lotto di lavori, seguiti da vicino dall'assessore Paolo Redaelli. In questa fase era stata predisposta l'area giochi: rimossa parte della vecchia recinzione, era stato realizzato un fondo anti-trauma e installati la rete di pallavolo, i canestri e le macchine per il fitness. Queste ultime hanno un disegno che indica come svolgere l'esercizio con anche un QR-code che inquadrato avvia un video dimostrativo di come svolgere l'esercizio.

I lavori del secondo lotto - ormai in dirittura d'arrivo - riguardano la realizzazione dello spazio aperto per attività, gli impianti tecnologici (illuminazione parco, rete di raccolta e smaltimento acque meteoriche) e la sistemazione del camminamento perimetrale.
L'area sportiva avrebbe potuto essere fruibile già a marzo, ma l'emergenza Covid ha di fatto bloccato l'apertura della stessa e ora si attende la conclusione dei lavori per metterla a disposizione a tutti gli effetti, della cittadinanza.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco