Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.405.396
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 luglio 2020 alle 12:01

Barzago: i gruppi consiliari uniti nella stesura dei Regolamenti

A seguito di incontri proficui e costruttivi tra minoranza e maggioranza a Barzago per trovare un punto d’incontro sulla struttura di alcuni regolamenti importanti per il funzionamento della vita amministrativa del comune, nella serata di lunedì 27 i testi definitivi sono stati approvati integralmente all’unanimità. Il primo regolamento all’ordine del giorno per la sua approvazione è stato il Regolamento della nuova IMU che dal 2020 ingloba anche la TASI. I principali emendamenti al testo che sono stati apportati durante le sedute di confronto con l’opposizione sono quelli che riguardano l’esenzione dal pagamento per i cittadini che risiedono all’estero, la precisazione che il regolamento funziona nell’ottica di stabilire un rapporto di collaborazione tra l’ufficio preposto e il contribuente, l’innalzamento della soglia di esenzione da 5 a 12 euro e l’introduzione di una nuova categoria di pagamento per i fabbricati immobiliari destinati alla vendita su cui è applicata l’aliquota IMU del 2,5 per mille. Il consigliere di minoranza Emanuele Silvio Mauri ha comunque voluto precisare che come conseguenza dell’innalzamento dell’IMU per quest’anno, non sembrava corretto che i proprietari di appartamenti mantenessero la vecchia aliquota mentre tutti gli altri cittadini si vedessero aumentare le imposte da pagare così che si è cercato di trovare un equilibrio che venisse incontro il più possibile alla cittadinanza.


Si è quindi passati alla votazione del Regolamento TARI dopo che è stato cambiato il modo di calcolare la tariffa, e anche in questo caso sono stati esentati i cittadini italiani non residenti per i due terzi della tassa. Viene inoltre applicato uno sconto del 25% della tariffa variabile per tutte le categorie commerciali e i negozi di Barzago a seguito della crisi portata dall’emergenza Covid-19, una decisione presa d’ufficio dall’amministrazione senza bisogno che sia il diretto interessato a richiedere tale riduzione. In questo caso gli emendamenti discussi congiuntamente sono stati quelli relativi ad esempio alle agevolazioni per chi ha avuto difficoltà nei pagamenti che potrà ricevere solo sanzioni che si riferiscono agli anni precedenti ma non a quello in corso per non aggravare una situazione già difficile, ai nuovi strumenti che i cittadini possono usare per pagare la tassa e la riduzione della sanzione da un massimo di 600 a uno di 200 euro nel caso di questionari non compilati correttamente. Approvato all’unanimità anche il Regolamento delle entrate tributarie e patrimoniali, nel quale si sono chiariti i periodi di rateizzazione, l’importo per ogni rata e gli strumenti utili per procedere alla riscossione e che possono evitare l’aggravarsi di un conflitto tra ufficio competente e contribuente.


L’emendamento apportato a questo testo ha riguardato l’introduzione di una specifica per quanto riguarda la necessità per il responsabile finanziario quando si trova in situazioni di controversie e contrasti di ricevere un indirizzo politico generale da parte della giunta prima di procedere nella sua attività per poter essere soggetto anche al controllo politico dell’amministrazione comunale. Sempre sul tema delle riscossioni tributarie anche il quarto testo discusso lunedì sera, e cioè quello del Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extratributarie. In particolare è stata introdotta la possibilità per l’ufficio competente di emettere avvisi di accertamento che sono già esecutivi e che non necessitano di un decreto successivo per produrre i propri effetti, in modo da velocizzare le procedure. Anche in questo caso l’emendamento apportato è quello che riguarda il dovere del responsabile finanziario di ricevere un indirizzo di tipo politico da parte della giunta e di mettere quest’ultima sempre al corrente sulla situazione. Infine, l’ultimo Regolamento approvato è stato quello per la vendita di beni immobili, un nuovo strumento del quale si è voluto dotare l’ufficio tecnico per procedere nel modo più corretto quando ci sono casi di vendita di beni immobili. Tutti i testi sono quindi passati al vaglio dei due gruppi consiliari negli incontri precedenti al consiglio e da entrambe le parti è stata dimostrata la voglia di raggiungere risultati efficaci e utili attraverso la condivisione, il confronto e lo scambio di opinione con il fine ultimo di tutelare il bene comune di Barzago e dei suoi cittadini.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco