Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.408.136
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 luglio 2020 alle 15:08

Cremella: approvato l’assestamento di bilancio e il nuovo regolamento di polizia locale

Martedì 28 luglio si è tenuto presso il municipio di Cremella, il consiglio comunale in sessione ordinaria, l’ultimo prima della pausa estiva.
Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, il consiglio ha approvato il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario del 2019. Il consigliere Fabio Colombo ha illustrato nel dettaglio le voci del rendiconto, mentre il sindaco Ave Pirovano ha ribadito che il 2019, in cui hanno operato due amministrazioni diverse, si è chiuso in buono stato, mentre il 2020 per la situazione che si sta vivendo sarà tutto in divenire.


Il terzo punto in programma ha riguardato, invece, la variazione di assestamento generale del bilancio di previsione 2020/2022, lo stato di attuazione dei programmi e la salvaguardia degli equilibri di bilancio.
“Assestiamo il bilancio al 31 luglio, attestando il suo equilibrio, e contemporaneamente presentiamo una variazione che è dovuta principalmente al Covid-19” ha osservato il sindaco dando successivamente la parola al consigliere Massimo Redaelli.
Quest’ultimo ha presentato nel dettaglio la variazione che è stata approvata: “si tratta di diversi contributi che sono pervenuti per il covid e per ciascuno sono state stabilite le possibili destinazioni”, ha osservato il consigliere in apertura.



Il contributo più sostanzioso è quello di 30 mila euro da parte dello Stato, che è destinato ad alzarsi a 37 mila rispetto alle ultime manovre fatte dal Governo. Un altro contributo di 3 mila euro è quello destinato alla scuola, si tratta dei fondi per la ripartenza, che verranno suddivisi rispettivamente in 1500 destinati all’acquisto degli arredi e altri 1500 volti, invece, ad interventi di natura straordinaria. Un ulteriore contributo di 4 mila euro è arrivato dal MIUR, e verrà destinato alle scuole dell’infanzia. Inoltre il Comune di Cremella ha ricevuto 3200 euro per episodi di morosità incolpevole, nonostante non si sia mai verificato tale fenomeno nel paese, l’ammontare è stato contabilizzato. Sono inoltre arrivati 3 mila euro per l’avviamento dei centri estivi: nel caso di Cremella il centro estivo alla fine non è andato in porto, ma il contributo verrà trattenuto in attesa di altre disposizioni che consentiranno di utilizzarlo per diverse finalità.



Un altro importante aiuto è dato dai 3500 euro del Ministero dei Beni Culturali, destinato all’acquisto dei libri della biblioteca. In aggiunta a tutte le entrate sopracitate, c’è anche un dividendo straordinario da Lario Reti Holding di 3 mila euro, il quale verrà ripartito tra il servizio tesoreria (500 euro destinati all’implementazione del sistema PagoPA) e l’erogazione delle borse di studio, le quali non erano state previste (2500 euro). Infine, si aggiunge il contributo di Silea di 13 mila euro che verrà ripartito per l’aiuto di quelle utenze non domestiche (ditte e uffici), che durante il coronavirus hanno subito un calo di entrate.
L’avanzo di bilancio di Cremella verrà applicato in periodi successivi, in modo da oculare e soppesare i comparti in cui l’apporto economico sarà più necessario.


Infine il sindaco Pirovano ha voluto delineare la situazione scolastica attuale, fatta di sopralluoghi con i tecnici, nuovi acquisti e spostamenti di banchi per consentire il distanziamento sociale: “dobbiamo ripartire, sperimentare e andare avanti”, ha detto in conclusione il sindaco.
Come ultimo punto all’ordine del giorno, è stato approvato il nuovo regolamento del servizio intercomunale di polizia locale tra i comuni di Barzanò e Cremella. Precedentemente, il regolamento era già in essere nell’accordo tra i comuni di Barzanò, Sirtori, Viganò e Cremella, che era chiamato “Brianza Collinare”, ma non era stato portato e approvato in consiglio. Il nuovo comandante ha ritenuto invece opportuno che entrambi i comuni approvassero il regolamento nei rispettivi consigli. Il nuovo regolamento è di carattere tecnico e prevede 9 titoli e 51 articoli. Il cambiamento più importante riguarda il fatto che un operatore da solo non potrà rilevare un incidente, ma dovranno essere sempre presenti due agenti di Polizia Stradale. Inoltre, si è ribadito che l’agente di polizia, pur essendo dipendente del Comune di Barzanò, è autorizzato ad emettere ordinanze e a svolgere i suoi compiti anche sul territorio del Comune di Cremella.
M.Bis.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco