Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.401.525
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 luglio 2020 alle 18:03

Nel Casatese i consigli comunali tornano a riunirsi alla presenza del pubblico. In alcuni casi però, è rimasta la modalità 'a distanza'

In questi mesi segnati dal lockdown, con il successivo ritorno ad una prima normalità nelle vite dei cittadini, anche le amministrazioni comunali hanno dovuto rinnovarsi e adattarsi alle sopraggiunte esigenze, cambiando il modo di partecipare e riunirsi in consiglio comunale.

Il consiglio comunale di Barzago riunito in aula civica

Nelle settimane centrali rispetto all'emergenza Coronavirus quasi tutti i comuni hanno infatti adottato la modalità a distanza per trasmettere i propri consigli comunali, invitando i cittadini a collegarsi su diversi tipi di piattaforme online per seguire in diretta o anche in differita lo svolgimento delle sedute.

Il consiglio comunale a Barzanò

Tra i canali principali utilizzati per permettere la pubblicità dei consigli c'è stato sicuramente lo strumento per le video-dirette offerto dal social network Facebook, su cui comuni come quello di Barzago hanno trasmesso live le proprie sedute oppure altri, come Cassago, hanno caricato a posteriori il video completo del consiglio.

L'ultima seduta di consiglio comunale a Bulciago

Altri paesi, come ad esempio Sirtori, Viganò e Missaglia hanno optato per l'utilizzo di piattaforme come GoToMeeting, Zoom e altre ancora per collegarsi simultaneamente con tutti gli amministratori e discutere con ordine i punti all'ordine del giorno.

I consiglieri di minoranza durante l'ultima seduta consiliare a Casatenovo

In alcuni casi è stato fornito un link o un codice d'accesso per permettere alla cittadinanza di seguire il tutto online, mentre in altri la seduta è stata pubblicata sui siti istituzionali dei comuni nei giorni successivi.
Per quanto riguarda Monticello, Barzanò, Cremella o Bulciago i consigli comunali che si sono svolti durante il lockdown sono stati ridotti il più possibile per limitare gli assembramenti e per evitare allo stesso momento di escludere la cittadinanza dal dibattito comunale, così che le poche sedute che è stato necessario svolgere si sono tenute in presenza, ma con il divieto di accesso per il pubblico. La pubblicità e la trasparenza sono state comunque garantire con la pubblicazione dei file audio o video della seduta a posteriori.

Consiglio comunale in modalità ''a distanza'' a Cassago durante l'emergenza Covid

Missaglia, in particolare, è stato l'unico comune del casatese che ha aderito alla proposta di Anci di usufruire della piattaforma piattaforma GoToMeeting che dava la possibilità ai consiglieri di intervenire durante la seduta, anche se a posteriori il comune ha deciso di ritrovarsi comunque in presenza senza pubblico e lasciare l'utilizzo dell'applicazione ai cittadini per alleggerire i collegamenti e migliorarne la qualità.

Un'immagine di repertorio di Paolo Redaelli e Bruno Crippa, assessore e sindaco
di Missaglia, comune che ha aderito al progetto ANCI per l'utilizzo della piattaforma GoToMeeting

Scelta questa derivata dalla volontà di usare una piattaforma certificata e sicura garantita da Anci in modo da evitare interferenze e negare l'accesso a chiunque potrebbe creare problemi al buon svolgimento del consiglio comunale. In virtù di questa decisione, i consigli a Missaglia continueranno a essere svolti in questa modalità, valutata come efficiente e sicura da parte dell'amministrazione, fino almeno alla scadenza dello stato emergenza a livello nazionale che si protrarrà fino al prossimo ottobre.

I consiglieri riuniti in sala consiliare a Monticello

Scelta ancora diversa quella invece per cui ha optato il comune di Casatenovo, dove si è deciso di aprire un canale Youtube apposito sul quale pubblicare le registrazioni delle diverse sedute di consiglio, in diretta o in differita, in modo da coinvolgere il più possibile anche la cittadinanza da casa.

L'ultima seduta di consiglio a Sirtori

Terminato il periodo più buio dell'emergenza, per tanti comuni si è tornati a una parziale normalità per lo svolgimento dei consigli, quasi per tutti ormai le sedute sono ritornate nell'aula consueta e la presenza del pubblico è stata permessa ma contingentata per evitare assembramenti.

Il sindaco di Viganò, Fabio Bertarini con il segretario Marco Redaelli durante la seduta di consiglio

Ad oggi i consigli comunali hanno quindi ripreso a riunirsi alla presenza del pubblico, con pochissime eccezioni come Casatenovo e Missaglia, prendendo i nominativi dei partecipanti, obbligando all'uso della mascherina, rilevando la temperatura corporea e in alcuni casi fornendo il gel disinfettante per le mani.

Un'immagine del consiglio comunale di Cremella

Progressivamente anche questo aspetto della vita politica e civile sta tornando ad una parziale normalità, segno che i comuni non vogliono rinunciare alla pubblicità e al coinvolgimento dei cittadini durante il dibattito e il confronto del consiglio comunale, l'organo supremo della vita amministrativa del Comune.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco