Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.403.128
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 01 agosto 2020 alle 20:05

La preside Giraudo (ICS Costa) risponde a Usuelli e spiega la questione ''tempo scuola''

La professoressa Chiara Giraudo
In risposta a tante voci che stanno circolando in rete a seguito dell'articolo pubblicato dal Sindaco di Nibionno in data odierna su Casateonline, desidero rendere pubblica l'unica nota ufficiale inviata dalla sottoscritta il 30 luglio 2020 alle Amministrazioni Comunali per aggiornarle sulla delibera del 29 luglio 2020 votata dal Consiglio d'Istituto in merito al nuovo assetto didattico-organizzativo per il riavvio dell'anno scolastico.
Ad oggi non sono ancora state pubblicate e/o inviate alle famiglie comunicazioni ufficiali in merito agli orari del prossimo anno e ai servizi mensa e trasporto (non di nostra competenza), poiché i lavori di interlocuzione con i Sindaci sono ancora in corso. Questa mattina abbiamo avuto un incontro di 4 ore per recepire le disposizioni che stanno uscendo per il riavvio dell'anno scolastico (ieri, per esempio, è uscita l'Ordinanza regionale sui trasporti e sempre ieri sono state pubblicate le Linee Guida sulla scuola dell'infanzia) e insieme stiamo studiando le soluzioni migliori per l'organizzazione del tempo scuola del prossimo anno nel rispetto della salute e del benessere di tutta la comunità scolastica.
Nell'incontro di questa mattina con le Amministrazioni Comunali abbiamo concordato il testo della comunicazione che nei primi giorni della prossima settimana pubblicherò sul sito e diffonderò a tutte le famiglie e che ho prontamente trasmesso anche al Consiglio d'Istituto.

Il Dirigente Scolastico Chiara Giraudo

Costa Masnaga, 30 luglio 2020

Gent.mi Sindaci e Assessori,
ieri sera dopo 4 ore di approfondita disamina delle due proposte che ho presentato per l'avvio delle lezioni alla scuola primaria:

proposta A --> 4 ore al giorno per 6 giorni con il sabato
proposta B --> settimana corta con 4 ore al mattino e 2 pomeriggi (martedì e giovedì)

il Consiglio di Istituto, valutando i pro e i contro e non certo senza difficoltà, ha deliberato con 9 voti a favore, 5 contrari e 2 astenuti la proposta delle 24 ore antimeridiane.

La considerazione di fondo che ha orientato la scelta finale del Consiglio d'Istituto è stata quella di partire in modo 'semplice' per i primi 3 mesi (fino a Natale), senza incorrere in complicazioni né organizzative (relativamente all'impiego di personale esterno per le pulizie e l'assistenza al mattino), né sul versante della didattica, avendo valutato alcuni insegnanti la scarsa efficacia delle 2 ore pomeridiane di lezione dopo 5,5 ore passate nella stessa classe, pasto compreso.

Si è deciso di partire con prudenza, verificando come possono funzionare sul benessere psicofisico dei bambini e sull'organizzazione della scuola le misure di distanziamento messe in atto, i tempi di entrata ed uscita dagli edifici, la gestione degli intervalli, delle emergenze relative agli stati di salute dei bambini e del personale e chiedere quindi ai genitori di rinunciare ai pomeriggi nella prima parte dell'anno, la più critica rispetto al rischio contagio. Per questo motivo il quadro che presenteremo avrà una sua durata fino a Natale e verrà riconsiderato per la restante parte dell'anno scolastico in modo da chiedere ai genitori uno sforzo per un tempo più limitato. Sarà la pandemia che orienterà le scelte successive, per quanto sarà nostro particolare impegno utilizzare i primi mesi di scuola per progettare l'estensione del tempo scuola a partire da gennaio, anche in considerazione dell'andamento della pandemia e delle richieste del CTS.

Ad agosto, infatti, il CTS si esprimerà in modo definitivo sull'avvio dell'anno scolastico ed inoltre ci verrà magari anche data la possibilità di aumentare il tempo scuola (è di ieri l'ennesima anticipazione della Ministra circa nuovi posti a tempo determinato con licenziamento automatico in caso di lockdown messi a disposizione delle scuole per la ripartenza), per cui potremo perfino riaggiornare ulteriormente il quadro delle lezioni.

Rimarrà il problema della mancanza del personale docente i primi giorni di scuola, poiché le nomine sono calendarizzate successivamente all'avvio delle lezioni, per cui il Consiglio d'Istituto ha approvato la mia proposta di non partire con il sabato per le prime tre settimane di scuola.

Siccome è chiaramente questo il tempo in cui dare risposte ai genitori, mi sembra più ragionevole essere prudenti, comunicando loro unicamente quanto riusciamo a garantire, segnalando comunque che l'assetto potrebbe anche migliorare alla luce delle novità di agosto.

Per questo motivo desidererei studiare con le amministrazioni comunali nuove modalità di estensione (almeno fino a Natale, poi si rivedrà l'organizzazione per tutti) della permanenza a scuola degli alunni che ne hanno necessità in modo da venire incontro ai reali bisogni delle famiglie.

Ogni plesso dispone di spazi verdi all'esterno e, almeno due plessi su tre, della presenza di una palestra non utilizzata dalle società sportive che potrebbe accogliere i bambini per i compiti. La scuola potrebbe impegnare ore dei docenti per l'assistenza al pasto e/o garantire una o più figure di docenti per i compiti, purché all'esterno degli spazi destinati alla didattica per le questioni già approfondite relative al personale ATA.

Se pensate che sia opportuno e proficuo, possiamo incontrarci sabato mattina verso le 10.30 presso la scuola secondaria di I grado per condividere il Patto Educativo di Comunità, che allego, e analizzare la questione delle attività pomeridiane da offrire alle famiglie. Una volta sottoscritto il Patto Educativo di Comunità, intendo comunicare immediatamente alle famiglie il nuovo assetto 2020/21 del nostro istituto.

Rimango in attesa di un vostro cortese riscontro.

Cordiali saluti.

Chiara Giraudo
Dirigente Scolastico


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco