Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.399.437
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 04 agosto 2020 alle 08:24

Casatenovo: approvata la riduzione Tari per tutte le attività commerciali

A seguito di alcune variazioni normative introdotte da ARERA, anche il Comune di Casatenovo ha dovuto recepire i cambiamenti nel calcolo della tariffazione TARI nel piano finanziario per l'applicazione della tassa stessa nel 2020. Durante lo scorso consiglio comunale di fine luglio, è stato l'assessore al bilancio Dario Brambilla a informare il consiglio del cambio di calcolo della tariffa che per quest'anno peserà del 43% sulla parte fissa e del 57% sulla parte variabile e che dovrebbe comportare alla fine dell'anno un'entrata pari a 1 milione e 400.000 euro circa. Questa diversa composizione della tariffa nelle sue parti variabile e fissa comporterà delle variazioni anche per i pagamenti delle diverse categorie di utenza, e in particolare per le abitazioni con poche metrature ma tanti componenti si registrerà un aumento mentre per le abitazioni più grandi ma con pochi componenti si registrerà l'esatto opposto. Per quanto riguarda le utenze non domestiche invece ci sarà un leggero aumento per tutte le categorie d'impresa a causa della differente base di calcolo e anche per via di una diminuzione delle metrature complessive su cui vengono calcolate le tariffe.

Il consigliere di Più Casatenovo, Marcello Paleari

Complessivamente, le entrate della TARI proverranno per il 62% dalle utenze domestiche e per il 38% da quelle non domestiche, una percentuale rimasta invariata rispetto all'anno scorso. L'assessore ha inoltre reso nota la decisione di spostare più avanti le scadenze dei pagamenti, facendo slittare la scadenza della prima rata all'inizio di dicembre e quella della seconda rata alla fine di gennaio. Ultima ad essere illustrata, ma non per questo meno importante, la scelta della maggioranza, condivisa con gli altri gruppi di minoranza, di inserire nel piano finanziario anche un'agevolazione del 30% su tutto il corpo della TARI per le utenze non domestiche, ad esclusione di supermercati, ipermercati e la SST. Prima della votazione, il consigliere di minoranza del gruppo Più Casatenovo, Marcello Paleari, ha dichiarato l'intenzione della propria lista di votare a favore del piano finanziario della TARI
in virtù della presenza all'interno dello stesso della previsione del primo sostegno importante alle attività commerciali del paese. "Consideriamo questa votazione come l'ultimo tassello di un percorso che abbiamo fatto in questi ultimi mesi insieme, condividendo proposte e idee con tutti i gruppi. Proprio per questo motivo è importante far uscire questa decisione con un voto unanime del consiglio comunale. Questa nostra scelta vuole anche rinnovare la disponibilità a lavorare congiuntamente anche per l'autunno e a ribadire la volontà nel poter offrire in ogni momento il nostro contributo" ha spiegato il consigliere Paleari, al quale ha fatto subito eco il consigliere di maggioranza Fabio Crippa, che ha affermato che rimane la volontà da parte dell'amministrazione di decidere insieme anche le modalità con cui saranno stabiliti i contributi alle attività commerciali ed è quindi importante che la votazione rappresenti la sensibilità di tutto il consiglio comunale nella direzione delle difficoltà attraversate dai concittadini.
Unico voto di astensione sulle variazioni alla TARI è stato infine quello del consigliere pentastellato Christian Perego che, nonostante si sia detto d'accordo e del tutto favorevole alla decisione dell'amministrazione di aiutare le attività commerciali, ha comunque ribadito la proposta passata del proprio gruppo di introdurre la tariffazione puntuale e che avrebbe potuto mitigare gli effetti di questo cambiamento se solo fosse stata adottata fin subito dalla sua partenza. In conclusione, tutti i gruppi si sono comunque detti favorevoli al contributo pensato appositamente per le realtà che più hanno sofferto della chiusura prolungata durante l'emergenza Covid, ribadendo il proprio impegno a collaborare in sede della conferenza dei capigruppo anche per il prossimo futuro.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco