Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.228.355
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 27 agosto 2020 alle 18:14

Missaglia, autotrasporti Brioschi: sindacati in attesa di un incontro dopo il fallimento

Sono una trentina i dipendenti occupati nell'impresa Autotrasporti Brioschi di Missaglia, dichiarata fallita lo scorso 10 agosto dal tribunale di Lecco.

La sede dell'impresa missagliese in Via Garibaldi a Missaglia

Si tratta di una società storica per il territorio, fondata nel 1961 dalla famiglia Scaccabarozzi e specializzata nel trasferimento di merci per conto terzi e in attività accessorie, noleggio senza conducente di veicoli industriali stradali (autocarri, trattori, rimorchi, semirimorchi, autotreni, autoarticolari ed autosnodati), con sede in Via Garibaldi, a pochi passi dalla strada provinciale 54.
La sentenza del giudice Dario Colasanti è giunta a seguito di un'istanza di fallimento in proprio presentata dalla proprietà stessa.
''Si tratta di un'azienda storica per il territorio'' ci ha spiegato Salvatore Campisi di Filt Cgil Lecco che si sta interessando alla vicenda insieme al collega di Fit Cisl Luigi Caputo, descrivendo la notizia ricevuta come una sorta di fulmine a ciel sereno. ''Eravamo al corrente di qualche difficoltà economica e a metà agosto ci è stata data comunicazione dell'avvenuto fallimento dal curatore dr.Francesco Puccio. Devo dire che noi siamo rimasti sorpresi e i lavoratori amareggiati poichè stiamo parlando di una realtà piccola dove il rapporto con la proprietà è sempre stato costante. La situazione è sicuramente complicata, ma confidiamo che possa esserci un esito positivo. In queste settimane non c'è stata alcuna sospensione dell'attività, anzi si sta continuando a lavorare, come del resto si è fatto anche durante il lockdown. In quel periodo i lavoratori hanno avuto solo qualche ora di cassa integrazione, perchè il trasporto delle merci dei settori strategici non si è mai fermato. La prossima settimana chiederemo un incontro per capire quali sono le prospettive per la continuità aziendale''.
Fra le ipotesi al momento non confermate ufficialmente figura l'eventuale concessione in affitto di un ramo d'azienda avente ad oggetto l'attività di autotrasporto per conto di terzi, che potrebbe essere aggiudicata tramite un'asta, dopo la pubblicazione di un bando ad hoc. Maggiori informazioni a questo proposito sono attese per la prossima settimana.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco