Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.014.031
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 31 agosto 2020 alle 08:24

Missaglia: l'emergenza Covid non ferma la festa di Contra. Messa, trippa e tombolata

È stato il rintocco delle campane, domenica 30 agosto, a dare inizio all'ultimo giorno di festeggiamenti presso la chiesa di San Bartolomeo Apostolo a Contra. Alle ore 9.30 il parroco don Bruno Perego ha celebrato la messa animata dal coro "MTI" di Maresso.

I volontari che hanno organizzato la festa di Contra

La celebrazione liturgica - prendendo le mosse dai festeggiamenti in onore del santo patrono - ha visto don Bruno ricordare ai fedeli come il martirio debba essere inteso non già quale sacrificio estremo e doloroso, bensì nel suo senso più letterale ed etimologico, ovverosia in qualità di testimonianza.

I volontari della Protezione civile intervenuti alla cerimonia di domenica mattina

Bisogna infatti doverosamente ricordare come la fede non costituisce un'ideologia, ma una condivisione resa - appunto - fede degna dalle testimonianze credibili di chi ha potuto godere e ricevere la grazia del Signore.

A sinistra il parroco don Bruno Perego

Sempre come ha ricordato don Bruno un discepolo fa più proseliti del suo maestro perchè ha potuto toccare con mano - e può quindi testimoniare- ciò che gli è stato tramandato e ciò che ha potuto saggiare in prima persona.

Pertanto anche se i tempi (sia per la nota pandemia, sia per la giornata funestata dalla pioggia) non sono dei migliori dobbiamo sempre volgere lo sguardo ad un altro sole, per il quale San Bartolomeo ha dato la sua vita e che potrà pertanto risparmiarci dalla pandemia (o, quantomeno, conferirci la forza per sopportarla).

Un doveroso ringraziamento è stato poi rivolto dal parroco a tutti gli organizzatori della festa, ai rappresentanti delle istituzioni (il sindaco di Missaglia Bruno Crippa, il vice sindaco Laura Pozzi, gli assessori Donatella Diacci e Paolo Redaelli) al coro, a coloro che hanno predisposto la chiesa e soprattutto ai fedeli accorsi, invitati infine altresì a partecipare alla lotteria/pesca benefica organizzata perchè il festeggiamento, anche con una piccola donazione, diventi a maggior ragione testimonianza di fede.

Il Coro MTI di Maresso

Le iniziative sono poi proseguite nel corso della giornata attraverso l'apertura del bar a partire dalle ore 12 con trippa solamente da asporto (con stretta osservanza delle normative anti contagio), nonchè - a partire dalle ore 16.00 - con uno spazio tutto dedicato alle famiglie: si sono difatti tenuti un torneo di scala 40 per gli adulti, e giochi e spettacolo di magia con bolle giganti per i bambini.

La giornata si è conclusa alle ore 20.30 con la tombolata, conclusa poi con l'estrazione della lotteria che vedeva in palio, tra gli altri, un buono spesa presso un noto supermercato locale, uno stendibiancheria, zaini scuola e tantissimi altri premi.

Appuntamento dunque rinnovato per la prossima edizione, confidando si possa finalmente tenere senza la scure della pandemia.
Mari.T.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco