Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.553.659
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 02 settembre 2020 alle 12:30

In agosto fenomeni estremi ma aria pulita. Valori minimi per PM10 e ozono. Solo nel Lecchese quattro i giorni di superamento

Se sotto il profilo del fenomeni atmosferici estremi, il mese di agosto ha confermato la tendenza alla tropicalizzazione del nostro clima, almeno abbiamo respirato aria pulita. Le centraline dell’Arpa disseminate sul territorio provinciale che rientra nel cosiddetto “Agglomerato di Milano” con Milano, Monza, Como, Varese e Lecco hanno evidenziato costantemente valori di PM 10, PM 2.5 e Ozono largamente al di sotto delle rispettiva soglie di attenzione.
Solo per pochissimi giorni l’Ozono ha superato la soglia di 180 microgrammi per metro cubo, limitatamente a Lecco, Valmadrera e Moggio. Si è trattato, come in altre occasioni, di un record negativo, cioè, ad esempio, il giorno 6 soltanto la stazione di Moggio, in tutto l’aggregato milanese, ha fatto segnare il numero in neretto, anche se lo sforamento è stato minimo: 181. L’8 di agosto a superare la soglia è stata anche la rilevazione dell’impianto di via Sora a Lecco con 189, quello di Valmadrera a 190 e ancora Moggio a 190. Il giorno 10 l’Ozono ha colpito anche Saronno che ha fatto segnare il dato più alto dell’intero aggregato milanese con 194. Oltre il limite anche Lecco con 182 e Valmadrera con 189. Il giorno 11, infine, numerosi sforamenti: a Cantù (190), Como (201), Saronno 189, Lecco (198) e Valmadrera (193).
Ecco la situazione degli ultimi 10 giorni a Casatenovo, Lecco e Merate relativamente alle polveri sottili (PM 10). Il giudizio complessivo per l’intero periodo preso in esame dell’aria è “buono”.
Ed ecco i dati sempre degli ultimi 10 giorni per quanto riguarda l’Ozono a Casatenovo, Lecco e Merate:
Per quanto concerne l’Ozono, va precisato che il D.Lgs. 155/2010 consente il superamento della soglia di 120 microgrammi per metro cubo come media massima giornaliera calcolata sulle 8 ore per 25 volte l’anno come media su 3 anni. In realtà il 120 mµ/mc viene superato più di 25 volte pur restando in valori comunque contenuti.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco