• Sei il visitatore n° 340.275.785
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 09 settembre 2020 alle 18:43

Casatenovo, Fumagalli: lezioni in presenza, ''a distanza'' e un giorno libero settimanale

Lezioni in presenza, ma anche didattica digitale integrata (dunque a distanza) e - per alcune delle classi - un giorno libero settimanale.
Si può sintetizzare così l'organizzazione decisa dall'istituto professionale Graziella Fumagalli di Casatenovo, che si prepara alla ripartenza con un programma tutto nuovo, tenendo conto dei vincoli, sia interni che esterni, imposti dall'emergenza sanitaria.
Garantire quindi le condizioni di distanziamento, anche durante l'ingresso e l'uscita da scuola, e valutare le problematiche connesse al servizio di trasporto, che al momento non è ancora garantito con sicurezza per tutti.

Il dirigente scolastico Renzo Izzi

Per quanto riguarda le classi prime, l'orario sarà modulato su trentadue ore di lezione, tutte in presenza. Una scelta per salvaguardare appunto i ragazzi, consentendo loro di conoscere il nuovo ambiente scolastico. Dalla seconda alla quinta invece, gli studenti si recheranno a scuola quattro giorni su sette; a questi si aggiunge un giorno libero e uno di didattica a distanza, per un totale complessivo ancora una volta di trentadue ore settimanali (di cui ventisei in presenza e sei a distanza).
''Il giorno libero sarà lo stesso per tutto l'anno. Il giorno di didattica digitale integrata sarà invece variabile, ogni due settimane e sarà di norma scelto tra quelli in cui la classe non è coinvolta in attività di laboratorio o di scienze motorie'' ci ha spiegato il dirigente scolastico Renzo Izzi, per il secondo anno consecutivo alla guida dell'istituto professionale di Via Misericordia, che nel 2021/22 sarà frequentato da circa 650 ragazzi.
''Non si sono resi necessari interventi di edilizia scolastica leggera, poichè non abbiamo classi numerose e l'istituto dispone di diversi punti di accesso e di una succursale esterna, in Via Garibaldi, già pronta da inizio anno, dopo i problemi strutturali che si erano presentati sul finire del 2019. Anche le classi rimarranno invariate: trentadue, senza smembramenti. Per quanto riguarda le attività di laboratorio, dove non è sempre possibile garantire il distanziamento, i ragazzi dovranno essere sempre dotati di dispositivi di protezione individuale, quindi di mascherine. Per il momento le stiamo fornendo noi, in attesa che arrivino anche quelle promesse dal Ministero'' ha proseguito il preside, specificando che il giorno libero per le classi consentirà di poter disporre di aule libere, e dunque di effettuare attività didattica a piccoli gruppi.

Al contrario di altri istituti infine, il Fumagalli non ha fatto richiesta dei - tanto famosi quanto discussi - banchi con le rotelle, poichè la scuola disponeva già di postazioni individuali.
Se tutto sembra essere ormai pronto in vista della ripresa delle lezioni il prossimo lunedì 14 settembre, non è escluso che l'organizzazione didattica potrà essere modificata e integrata nel corso dell'anno scolastico sulla base dell'evolversi dell'emergenza sanitaria ancora in atto.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco