Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.705.481
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 14 settembre 2020 alle 14:48

Molteno: una giornata per ‘adottare’ la tartaruga

Una mattinata per imparare a conoscere le tartarughe e “adottarle”. I bambini che domenica 13 settembre hanno risposto all’appello dell’amministrazione comunale hanno infatti potuto adottare una testuggine presente nella vasca, ex piscina della villa Rosa, oggi sede del municipio: a fronte del loro impegno a portare del cibo, è stato consegnato loro un attestato di custode con il nome dell’animale a loro affidato.


“Abbiamo istituito un fondo comunale (si può donare tramite un bonifico bancario con causale specifica che si trova sulla pagina istituzionale del comune, ndr) e abbiamo accettato, per questa occasione, offerte libere – ha spiegato l’assessore a cultura e istruzione Sara Brenna – Utilizzeremo le risorse per il mantenimento delle tartarughe, compreso l’acquisto di cibo, la manutenzione e la pulizia della vasca. Siamo contenti dei bambini che hanno partecipato numerosi e anche di alcuni adulti che sono passati”.




Le testuggini mangiano due volte a settimana, in prevalenza cibo liofilizzato, carne trita o insalata croccante. Proprio i bambini hanno avuto la possibilità di dare loro l’alimento.
All’incontro erano presenti la veterinaria Valentina Mainetti che ha dispensato consigli sul trattamento degli animali e le Guardie ecozoofile della provincia di Lecco e Como che, in maniera volontaria, si occupano di ambiente e salvezza del benessere animale, d’affezione e non solo.



Al momento sono otto guardie decretate, una tirocinante e a ottobre inizierà il corso nella sede di Como. “Abbiamo svuotato e pulito la vasca lo scorso luglio e abbiamo censito 107 tartarughe, anche se altre si sono aggiunte nelle scorse settimane” hanno precisato la coordinatrice Diana Rigamonti e la vice Debora Masciadri. “Siamo presenti per sensibilizzare le persone e aiutare il comune a mantenere le tartarughe che sono di diverse tipologie. Una volta all’anno le pesiamo e le cataloghiamo per vedere quante sono, mentre una volta al mese verremo a fare il controllo e a fare le pulizie”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco