Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.701.226
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 15 settembre 2020 alle 10:46

Comitato pendolari Lecco-Como: ''bene il ripristino dei treni, ma grazie all’incontro''

Ripristinate le corse dei treni sulla Lecco-Como. Il comitato pendolari è riuscito a ottenere il ripristino dei 22 treni presenti sulla linea nel periodo ante Covid. Ieri mattina, giornata di ripresa delle scuole, è passato il treno. Un treno inaspettato, però, perché c'è stata molta confusione la scorsa settimana. Alcuni genitori, consultando l'orario Trenord per programmare l'organizzazione famigliare in vista del nuovo anno scolastico, avevano visto che il treno era stato sostituito da un bus che avrebbe messo in collegamento le stazioni di Merone e Rogeno con Molteno. Un annuncio che andava in contrasto con la comunicazione di riprogrammazione del servizio nella quale si avvertita la clientela dell'eliminazione del bus sostitutivo, a partire da lunedì 14 settembre "fino a nuova comunicazione" (http://www.trenord.it/media/2664651/avvisotrenord_2020_126_bus_direttrici_n._8__10_e_11..pdf). Il comitato dei pendolari, si è ritrovato lo scorso venerdì per discutere delle carenze del servizio pubblico dalla ripresa dopo l'emergenza sanitaria e per annunciare il monitoraggio della situazione nella giornata di lunedì.E il 14 settembre, il treno, un pò a sorpresa, è arrivato perché appunto non indicato nel motore orario. "Alla stazione di Merone incontriamo due studentesse, accompagnate in auto da un genitore, entrano in stazione e sul tabellone è indicato un treno per Lecco con 19 minuti di ritardo, in partenza alle 06:58 (numero del treno non indicato) - ha riferito Giovanni Galimberti del comitato - Noi capiamo subito che è accaduto qualcosa: "Hanno reintrodotto il 5201?!". Le ragazze e il genitori non si fidano, perché non trovano alcun avviso sull'APP di Trenord relativamente a quel treno, il bus 5201A non si vede sul piazzale e allora decidono di farsi accompagnare a Lecco in automobile". Sul binario 3 di Merone arriva il treno diretto a Lecco "che ovviamente è desolatamente vuoto perché nessuno sapeva che circolasse! Lo raggiungiamo a Rogeno, dove immortaliamo la scena di una mamma che parla con il capotreno "Ma allora questo va a Lecco??" "Sì!!" così il figlio (unico presente in stazione) sale sul treno: primo ed unico passeggero del 5201 fantasma". Il treno prosegue la corsa, arrivando alla stazione di Molteno dove "diversi studenti che aspettavano l'S7 delle 07:19 per Lecco decidono di salire a bordo, di modo da arrivare prima a scuola". Il comitato ha tenuto monitorato i treni durante la giornata e ha constatato che le 22 corse sono ripartite."C'era poca gente in stazione, tra cui alcune mamme che sono passate a vedere la situazione perchè non si sono fidate e hanno accompagnato i figli a Oggiono" ha aggiunto Galimberti. "Non posso credere che Trenord si sia dimenticata di aggiornare il motore orario, anche perché nell'avviso di modifica alla circolazione a partire dal 14 settembre, diramato giorni fa (http://www.trenord.it/media/2666561/avvisotrenord_2020_134rev2__nuova_offerta_dal_14-09.pdf), la Como-Lecco non era menzionata. Siamo contenti del ripristino del servizio, però secondo noi l'affluenza della sala l'altra sera e l'interesse che ha generato, ha messo olio negli ingranaggi e ha portato a questo risultato". Poi la provocazione: "Se basta fare le assemblee, allora ne faremo una a settimana: così andremo a risolvere i problemi di tutto il servizio in Lombardia". 
https://www.facebook.com/ComitatoPendolariComoLecco/videos/1200656140302957/
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco