Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 278.788.044
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 17 settembre 2020 alle 21:02

Castello Brianza: va a funghi con il fratello ma non torna poi al ritrovo. Trovato morto

Un altro cercatore di funghi ha perso la vita nei boschi del lecchese: è successo quest'oggi a Casargo. Si tratta di Paolo Colombo, pensionato classe 1947, residente a Castello Brianza, località Brianzola. L’allertamento è arrivato intorno alle 13:30, quando il fratello Felice ha dato l’allarme.



Paolo Colombo

Erano d’accordo di trovarsi a un certo orario ma il ritardo e il fatto che l'anziano non rispondeva al telefono hanno subito destato preoccupazione. Sul posto la Stazione di Valsassina Valvarrone della XIX Delegazione Lariana, l’elisoccorso di Como di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza), i Carabinieri e i Vigili del fuoco. Lo hanno ritrovato in località Sant’Ulderico, senza vita, in un canale molto impervio. Il brianzollese - che per anni aveva lavorato come autista in una ditta di Annone - era sposato con Paola e padre di due figli, Serena e Davide. Ancora da fissare le esequie funebri, anche se la salma ha ottenuto dal magistrato di turno il nulla osta per il rientro in Brianza dai familiari.





Già ieri, a Premana, sempre in Alta Valsassina, vicebrigadiere della finanza, 56 anni, era stato vittima dello stesso destino, comune altresì, uscendo dai confini provinciale a un anziano di Ardenno. Classe 1943 ha perso la vita stamattina, in località Gaggio, a circa 950 metri di quota. Era per funghi ma è scivolato in una zona molto impervia ed è finito sul greto del torrente. Una persona che era in zona lo ha sentito gridare e ha dato subito l’allarme. La centrale ha inviato sul posto il Soccorso alpino, Stazione di Morbegno della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna Cnsas, il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza, i Vigili del fuoco e l’elisoccorso di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza), decollato dalla base di Caiolo. Le squadre hanno percorso un tratto a piedi, per una quarantina di minuti. Una volta individuato, i soccorritori sono scesi calandosi con le corde. Nel frattempo è arrivato l’elisoccorso. L’équipe medica però non ha potuto altro che costatarne il decesso. L’intervento si è concluso poco prima delle 13:30.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco