Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.805.470
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 22 settembre 2020 alle 16:41

Casatenovo: colpì il rivale per un credito di 100 euro. Condannato

Sei mesi di reclusione, con attenuanti ritenute equivalenti alle aggravanti. È questa la condanna riportata questa mattina dal 37enne casatese Samuele B. accusato di lesioni personali aggravate per aver colpito un compaesano con un tubo di plastica. Come raccontato proprio dall'imputato - assistito dall'avvocato Elda Leonardi - nel corso della scorsa udienza al cospetto del giudice Giulia Barazzetta, si sarebbe trattato proprio di un "regolamento di conti annunciato", in quanto il soggetto colpito dal 37enne si rifiutava di pagarlo per una prestazione lavorativa che aveva svolto per suo conto nel campo dell'edilizia. La cifra richiesta dall'uomo al suo compaesano, 100 euro per la precisione, serviva per pagare le bollette e visto che era restio a consegnarglieli, nel maggio del 2016 sarebbe andato a trovarlo sotto casa, immaginando però che la situazione potesse degenerare. E così è stato, con l'imputato trovato dai Carabinieri della stazione locale con un bernoccolo in fronte e il contendente con una ferita sanguinante alla testa.
B.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco