Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.348.126
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 settembre 2020 alle 08:09

Oggiono: dal 28 sarà attiva la mensa scolastica, nuovi buoni pasto digitali

Lunedì 28 settembre verrà avviato il servizio mensa presso le scuole primarie d'Oggiono "Diaz" e "Salvo d'Acquisto". L'organizzazione della ristorazione ha subito importanti cambiamenti a seguito delle normative di sicurezza. Le misure anti Covid-19, volte a contenere la diffusione della pandemia, hanno imposto un ridimensionamento delle aule adibite a lezione, con ripercussioni anche sui locali mensa.

In primo piano l'assessore all'istruzione Giovanni Corti

Gli alunni che frequentano la primaria "Salvo D'Acquisto" - in zona Peslago - consumeranno il pasto in due locali differenti. Quattro classi accederanno alla mensa tradizionale, già in uso lo scorso anno. Saranno suddivise su due turni. Una quinta classe consumerà il pasto in un altro locale, ricavato a seguito dei lavori di adeguamento delle aule alle normative anti Covid-19. A seguito delle opere di ampliamento realizzate all'interno di un locale oggi adibito ad aula, è stato possibile riconvertire un ex aula attrezzandola per il servizio mensa. Qui una sezione consumerà il proprio pasto, senza turnazione. Una soluzione che ha permesso ai ragazzi «di non mangiare in classe, ma in un apposito locale separato» ha spiegato Giovanni Corti assessore all'Istruzione della città di Oggiono.
Dovrebbero terminare entro la prima settimana di ottobre i lavori nei due locali mensa nuovi, ricavati presso la scuola "Diaz". Prima dell'inizio dell'anno scolastico sono stati realizzati alcuni cambiamenti per garantire maggior sicurezza agli alunni, in particolare nelle fasi di ingresso e uscita dall'edificio. Delle otto classi situate al piano primo, due sono state spostate al pian terreno portando a quattro il numero complessivo delle classi situate in questa parte dell'edificio.
Agli spostamenti delle aule, hanno fatto seguito modifiche ai locali mensa che risultano ancora in corso.
«Fino all'apertura dei nuovi locali i ragazzi mangeranno nelle loro aule» ha precisato l'assessore all'Istruzione. Una situazione temporanea che dovrebbe essere superata nell'arco di due settimane quando saranno terminati i lavori. In quel momento le aule mensa utilizzabili dagli alunni saranno tre a differenza delle quattro presenti in passato. Due di questi locali mensa «saranno nuovi» ha chiarito Corti.
La riduzione dei locali adibiti a mensa è di fatto una conseguenza della necessità di ricavare aule scolastiche con spazi maggiori, in grado di garantire la sicurezza degli alunni delle classi più numerose.
Una necessità, quella di aumentare i volumi a disposizione nelle classi, che ha anche imposto lo spostamento degli armadi dalle aule e il loro riposizionamento in un locale dedicato a cui accedono gli insegnanti.
«A lavori terminati - ha spiegato l'assessore all'Istruzione - avremo tre locali mensa di cui due nuovi».
Quattro classi continueranno a consumare il pasto nella loro aula. Le restanti sei mangeranno nei tre locali mensa su due turni.
Novità sono state introdotte anche nel metodo di pagamento del servizio mensa. I buoni pasto cartacei hanno lasciato il posto a quelli digitali.
«Quest'anno - ha chiarito Corti - si parte con la prenotazione online. I genitori non dovranno più acquistare i buoni nelle cartolerie, ma potranno, sempre nelle cartolerie, attivare un "conto mensa" che sarà identificato con il numero conferito ai ragazzi e che verrà scaricato man mano che i ragazzi usufruiranno del servizio».
Una soluzione che, oltre ad aderire perfettamente alle normative anti Covid-19 riducendo la carta passata di mano fra alunni e personale, comporterà diversi vantaggi. Il primo sarà quello di avere, fin dall'inizio delle lezioni al mattino, il numero preciso degli accessi giornalieri alla mensa. Semplificazioni vi saranno anche nel calcolare il numero di pasti per ogni differente "dieta" degli alunni e, infine, permetterà di facilitare l'inserimento nella dichiarazione dei redditi familiare delle spese mensa detraibili.
Dalla prossima settimana dovrebbe essere attivato anche lo "Sportello Mensa" presso il Municipio di Oggiono. Consentirà ai genitori di riceve informazioni e convertire i vecchi buoni mensa cartacei in buoni digitali.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco