Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.472.724
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 29 settembre 2020 alle 14:33

IL MALE DEL TEMPO

Dalla pioggia dalla grandine e dal vento

nascono problemi enormi di natura

dai fiumi e dai luoghi incerti di lamento

vengon sconvolti e distorti dalla congiura

 

il rovinio di piante caseggiati e strade

valanghe terremoti turbinii e mareggiate

sfascian il normale regno e tutto cade

in mucchi di macerie divelte e devastate

 

il pianto della gente rovinata e morta

in questi disgrazianti gravi problemi

grida urla piange e si dispera storta

non ha speranza e tantomeno temi

 

la sigla degli aiuti torna ad aprir le porte

si brigano i pompieri e le associate

il segno della cura corre alla lor sorte

per queste genti poverette e disastrate

 

il tutto è come un torrente in piena

ma presto dopo l'urto s'indebolisce

mollando questi tali alla lor pena

lasciando tutto quanto alla cornice

 

ma il vero sol colpevole è sempre l'uomo

assatanato nel pieno di cibarie e di danaro

niente speranza sul calmar del tomo

si brucia quel rispetto nel gioco dell'avaro

 

fumi di scorie in barba dell'ambiente

catrame incendi e materiali velenosi

son queste le ragioni dell'incidente

sul globo e sull'ambiente in overdosi.

Umberto Colombo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco