Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.828.002
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 29 settembre 2020 alle 15:40

Oggiono: in consiglio modifiche al bilancio e sconti sulla Tari dopo i mesi di lockdown

La vicenda di Retesalute è tornata a interessare gli amministratori di Oggiono in apertura della seduta consiliare di lunedì 29 settembre. La società pubblica - che eroga servizi sociosanitari a favore dei comuni soci - ha problematiche economiche note da tempo. «È stato approvato il bilancio» ha spiegato il sindaco Chiara Narciso aggiungendo: «è stata incaricata una società terza per verificare la situazione patrimoniale, l'ammontare delle perdite e l'origine delle stesse». Due passaggi importanti che hanno portato al superamento dell'impasse durata alcuni mesi. Nel frattempo, è stato aumentato il contributo - da 2 a 4,3 euro - che ogni comune socio dovrà corrispondere a Retesalute per ogni singolo abitante.

Il sindaco Chiara Narciso

Atti legati al bilancio e alla Tari - tributo dei rifiuti - hanno occupato buona parte della riunione. Nadia Crippa - assessore alle Finanze di Oggiono - ha passato in rassegna le variazioni economiche recentemente adottate dall'amministrazione comunale. Circa 93mila euro sono stati destinati agli interventi che hanno consentito l'adeguamento delle scuole alle nuove normative anti Covid-19. Grazie a un contributo ministeriale sono state incrementate le risorse annue destinate al patrimonio librario della biblioteca, passate da 15mila a 25mila euro. Ulteriori 15mila euro sono stati stanziati per la sanificazione periodica dei mezzi di trasporto. Le nuove spese iscritte al bilancio hanno incontrato il parare favorevole del gruppo di minoranza «Per Oggiono» e dei suoi consiglieri Lamberto Lietti e Debora Acerbi. Sono quindi state approvate all'unanimità da parte degli amministratori comunali presenti.

L'assessore al bilancio Nadia Crippa

Novità sono state introdotte relativamente alla Tari, il tributo locale per la gestione dei rifiuti. Oltre ad aver recepito la nuova normativa nazionale, gli atti approvati hanno introdotto alcune agevolazioni per chi deve pagare il tributo.
Per le famiglie in difficoltà verrà applicata una riduzione - fino al 50% - delle componenti che determinano l'importo da pagare. Un aiuto la cui importanza è stata sottolineata ampiamente da Michele Negri vicensindaco con delega alle Politiche Sociali. Negri ha precisato come le «condizioni di difficoltà» delle famiglie non verranno valutate solo sulla base di parametri economici, ma anche da condizioni oggettive come la repentina perdita del posto di lavoro. Leggeri aumenti - nell'ordine di circa 14 euro annui - ricadranno sui nuclei familiari con almeno quattro componenti.

L'assessore alle politiche sociali, Michele Negri

Agevolazioni sono state introdotte anche per le utenze non domestiche. Le attività che hanno dovuto chiudere nei mesi del "lock down" potranno beneficiarne. Vi sono poi un centinaio di partite iva che avendo chiesto il bonus comunale vedranno il tributo dei rifiuti Tari ridotto di altri 400euro. Per tutti i cittadini il pagamento avverrà in tre rate di cui l'ultima scadrà a gennaio 2021. Le linee guida del tributo, così come le tariffe, sono state approvate all'unanimità da parte dell'aula.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco